Questo articolo è stato letto 2 volte

La colica renale non giustifica il superamento dei limiti di velocità

Questa la conclusione alla quale è giunta Corte di Cassazione Civile sez. VI 24/9/2014 n. 20121.
I fatti traggo origine da un automobilista che, al fine di evitare sanzione pecuniaria ed accessoria per aver ampiamente superato i limiti di velocità, intendeva portare a propria giustificazione il fatto di dover assumere un antidolorifico specifico per la presenza di calcoli renali. La Cassazione ha ritenuto che: o la patologia non era così grave da giustificare il superamento dei limiti di velocità, oppure, se era grave, avrebbe potuto compromettere l’idoneità alla guida

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *