Questo articolo è stato letto 1 volte

Roma – Rc Auto, saranno autovelox, tutor e varchi. Ztl a scovare chi non ha la polizza

auto_velox

auto_veloxStretta del Governo per gli oltre 3,5 milioni di automobilisti che circolano per l’Italia senza pagare l’assicurazione auto. D’ora in poi infatti potrà essere la stessa polizia stradalead «incastrarli» attraverso la fotografia della targa effettuata con dispositivi di rilevamento automatico, come ZTL, Autovelox, Tutor.

Senza cioè la necessità di fermare il loco l’automobilista come indicato finora dal codice della strada. Non è però ancora prevista la notifica diretta della sanzione, come succede per esempio con le multe per eccesso di velocità. Infatti, una volta accertata la frode assicurativa, l’organo di polizia deve comunque notificare l’accertata violazione al guidatore ed invitarlo a produrre il certificato di assicurazione entro i termini previsti.

È quanto prevede l’articolo 44 della Bozza della Legge di Stabilità in cui si precisa che, in occasione della rilevazione della mancanza di copertura assicurativa del veicolo attraverso «dispositivi o apparecchiature che sono state omologate per il funzionamento in modo completamente automatico», «non è necessaria la presenza degli organi di polizia stradale» e «la documentazione fotografica prodotta costituisce atto di accertamento».

La possibilità di identificare il mancato pagamento dell’Rc Auto attraverso la fotografia della targa è già possibile attraverso l’utilizzo da parte delle forze di polizia dell’archivio integrato della Motorizzazione Civile che, oltre ai dati identificativi del veicolo circolante, da circa due anni fornisce anche i dati sul rilascio e la cessazione del certificato Rc Auto dei singoli veicoli, resi disponibili dalle imprese di assicurazione. Dal 15 febbraio 2014 inoltre è accessibile una sorta di “black list” con i dati relativi alle auto non assicurate che la Motorizzazione trasmette al ministero dell’Interno e alle forze di polizia.

Finora però la contestazione della frode, seppur accertata in tempo reale attraverso la targa, era possibile solo in loco. «Manca ancora però la notifica diretta della sanzione, che – precisa il direttore centrale dell’Ania Vittorio Verdone – avrebbe reso la misura più incisiva. Ma forse arriverà una volta operative la “dematerializzazione” del contrassegno cartaceo dell’Rc Auto prevista per ottobre 2015». Nel’articolo 44 della Bozza della Legge di stabilità sono previsti anche nuovi e più estesi controlli sugli elenchi delle vetture immatricolate che non risultano coperte da assicurazione, che potrebbero riferirsi anche ad automobili che non circolano e che sono tenute dai proprietari con finalità collezionistiche o storiche.

 

Fonte: motori.ilmessaggero.it

 

 

Fonte:

One thought on “Roma – Rc Auto, saranno autovelox, tutor e varchi. Ztl a scovare chi non ha la polizza

  1. Non c’è nessuna “frode assicurativa”: non è affatto detto che chi guida con assicurazione scaduta abbia esposto un falso contrassegno, se non ha rinnovato la polizza è semplicemente “non assicurato”.
    E anche se espone un falso contrassegno, la compagnia assicurativa non ne risponde e non ha alcuna obbligazione, quindi materialmente non potrebbe essere truffata né frodata.
    La frode assicurativa propriamente detta è solo quella di cui all’art. 642 C.P.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *