Questo articolo è stato letto 0 volte

La Camera prolunga a fine 2015 il doppio binario Sistri+registri cartacei

rifiuti-chiavetta

rifiuti-chiavettaLo scorso 13 novembre la Camera dei deputati ha approvato un ddl recante «Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di Green Economy e per il contenimento dell’uso eccessivo di risorse naturali» che contiene anche il prolungamento del regime del doppio binario fino alla fine del 2015.

Attenzione, non parliamo di ferrovia, ma di trasporto rifiuti e in particolare di quel regime (contenuto nel Dl 101/2013) transitorio – che poi fatalmente, in Italia, assume carattere semi-definitivo – secondo cui le aziende del settore devono osservare un doppio livello di burocrazia: quello prescritta dal famigerato Sistri, il sistema di tracciabilità dei rifiuti, e quello basato sul tracciamento tradizionale cartaceo ed effettuato tramite registri e formulari. Cosa che comporta, per chi lo fa un onere maggiorato, che però il nuovo testo di legge cerca di mitigare spostando il momento in cui verranno sanzionate le irregolarità legate al Sistri al 1° gennaio 2016. In pratica ciò che significa che piena operatività del sistema di tracciabilità viene rinviato per l’ennesiam volta.

Perché tutto questo diventi definitivamente legge, però, è necessario che lo stesso testo venga anche approvato dal Senato che lo sta vagliando in questi giorni. La qualcosa è importante perché senza una nuova legge, la piena operatività del Sistri scatterebbe già dal 1° gennaio 2015, vale a dire tra poco più di un mese e quindi da quel momento scatterebbero le prime sanzioni. Una ragione di più per tenervi informati sugli sviluppi.

 

Fonte: www.uominietrasporti.it

 

 

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *