Questo articolo è stato letto 39 volte

Parma – Municipale, ecco il nuovo regolamento: multe a chi dorme sui cartoni

concorso_vigili_urbani

concorso_vigili_urbaniSanzioni anche per chi imbratterà luoghi pubblici con manifesti, striscioni o altro. Norme anche sull’edilizia residenziale, con la richiesta di un maggior controllo per il mantenimento del decoro e della sicurezza degli edifici. Multe a chi darà da mangiare ai piccioni.

In arrivo un nuovo regolamento di polizia urbana stilato dalla Polizia Municipale per sostituire quello in vigore risalente al 1982. Cinque gli ambiti di intervento, la sicurezza urbana, la convivenza civile e il pubblico decoro, la pubblica quiete, la disciplina delle attività lavorative e la mediazione sociale. 54 articoli tutti di uguale importanza per la loro innovazione, sottolinea il comandante della Municipale Gaetano Noè nel corso di una conferenza stampa congiunta alla presenza del sindaco Pizzarotti e dell’assessore al Commercio Cristiano Casa. IL REGOLAMENTO 

Tra i punti di maggiore rilevanza per la sicurezza, il divieto di frequentare luoghi pubblici a persone in evidente stato di ebrezza o di alterazione da stupefacenti. Sanzioni anche per chi imbratterà luoghi pubblici con manifesti, striscioni o altro. Norme anche sull’edilizia residenziale, con la richiesta di un maggior controllo per il mantenimento del decoro e della sicurezza degli edifici per prevenire cadute di materiali, allagamenti o generare degrado. Previste sanzioni anche per chi abbandona rifiuti sul suolo pubblico o fuori dagli appositi contenitori, come anche somministrare alimenti ai piccioni in luogo pubblico.

Particolare attenzione all’educazione civica con norme che regolano comportamenti come il meretricio, intrattenendosi con chi esercita la prostituzione su strada, occupare il suolo pubblico sdraiandosi su cartoni con sacchetti o altro e bivaccare in luoghi di interesse come monunenti, cimitero o sulle soglie degli edifici. Previste sanzioni anche contro i venditori ambulanti abusivi, lavavetri e parcheggiatori abusivi, con particolare attenzione alle zone adiacenti agli ospedali, luoghi di cura e strutture sanitarie. Tra le novità le modalità di sanzione, che in alcuni casi potranno essere sostitutive alle pene pecuniarie, attraverso la mediazione sociale. Si tratta, come spiegato dal Comandante della Municipale, di avviare una conciliazione per la risoluzione dei conflitti con una sottoscrizione degli impegni presi con una pena pecuniaria nel caso di mancato rispetto di quanto stipulato. Saranno applicate anche pene alternative alla sanzione pecuniaria attraverso attività presso associazioni di volontariato del territorio o stabilendo lo svolgimento di lavori di pubblico interesse.

I dettagli sul tipo di violazioni sulle quali si potranno applicare sanzioni alternative saranno stabiliti nel regolamento della Giunta comunale. Altra novità la diffida nei confronti di chi attuerà comportamenti illeciti, prima di procedere all’applicazione della sanzione vera e propria. “Un altro traguardo importante per l’amministrazione comunale – sottolinea il sindaco Pizzarotti – , uno statuto più semplice, comprensive e accessibile a tutti”. Un regolamento di buon senso, lo definisce l’assessore Casa, utile per prevenire danni all’ambiente, garantire la sicurezza e la convivenza civile garantendo il pubblico decoro.

 


Fonte: www.parmatoday.it

 

 

 

Fonte:

One thought on “Parma – Municipale, ecco il nuovo regolamento: multe a chi dorme sui cartoni

  1. Affermo che le Ordinanze Sindacali ed i Regolamenti di Polizia Urbana devono essere conformi ai principi generali dell’Ordinamento, secondo i quali la prostituzione su strada non può essere vietata in maniera vasta ed indeterminata. Di conseguenza, i relativi verbali di contravvenzione possono essere impugnati in un ricorso. In più per le medesime ragioni, i primi provvedimenti suddetti non possono essere emessi per problematiche permanenti ed i secondi non possono riguardare materie di sicurezza e/o ordine pubblico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *