Questo articolo è stato letto 2 volte

Brescia – Blitz nel laboratorio lager dei cinesi: gli operai dormivano in piccoli loculi

cinesi

cinesiIntervento della polizia locale di Brescia contro l’abusivismo e, in particolare, contro un laboratorio tessile in zona sud gestito da cittadini di origine cinese. Gli operai sono stati trovati dagli agenti, insieme con i tecnici dell’Asl, dell’Inps e dell’ufficio tecnico del Comune, mentre riposavano in piccoli e angusti loculi, ricavati con tramezze di fortuna nella parte più nascosta del laboratorio. In particolare nello stabile, di proprietà di una società immobiliare con sede a Brescia, sono stati identificati sei cittadini cinesi, tutti in possesso di un regolare permesso di soggiorno. In ognuno degli sgabuzzini c’erano tre posti letto, posizionati a breve distanza da pericolosi fili elettrici. Nella parte interrata dell’edificio sono stati scoperti altri ambienti in condizioni fatiscenti e senza aperture dirette sull’esterno.
Il medico dell’Asl che ha preso parte al sopralluogo ha constatato “l’assoluta inidoneità al lavoro e l’insalubrità delle stanze e ha diffidato le sei persone dall’usare le attrezzature del laboratorio”. Il personale dell’Inps ha accertato gravi irregolarità contributive in relazione ai lavoratori della piccola fabbrica e, viste le importanti carenze generali, ha richiesto l’immediata emissione di un’ordinanza urgente per renderla inagibile. Saranno effettuate indagini più approfondite anche per verificare se sono state violate le norme sul conferimento dei rifiuti.

 

Fonte: milano.repubblica.it

 

 

 

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *