Questo articolo è stato letto 0 volte

Bergamo – Operazione “ blackout”: scoperto e arrestato ladro di rame. Tranciava i cavi della linea elettrica lasciando al buio interi quartieri

blackout-luce-lampadina

blackout-luce-lampadinaUna operazione davvero importante è stata portata a termine dagli uomini della Squadra di Polizia Giudiziaria della Stradale di Seriate.
Ha preso il nome di “Blackout” perché tutto è partito dalle continue segnalazioni pervenute da diversi comuni della Provincia di Bergamo relative a furti di cavi di rame asportati dall’illuminazione pubblica che improvvisamente smetteva di funzionare tenendo appunto al buio le strade di interi quartieri.

La Squadra di PG della Sottosezione della Polstrada di Seriate ha iniziato così un minuzioso incrocio di dati, denuncie e filmati che ha portato alla individuazione del colpevole dei furti, un insospettabile operaio bergamasco.
Il modus operandi del ladro era sempre lo stesso. Una volta individuata la zona industriale dove “operare”, quasi sempre appartata e fuori mano, alzava i tombini elettrici con un piccone e tagliava il collegamento elettrico alla linea principale con una tranciatrice lasciando l’intera zona a buio.

Quindi sfilava tutti i cavi di alimentazione dell’illuminazione elettrica: quando gli operai della compagnia elettrica ripristinavano la zona manomessa, si riportava sul luogo ed effettuava il nuovo furto.
Il sospettato nella serata del 4 dicembre è stato però controllato e pedinato con più equipaggi fino ad essere sorpreso nell’atto di perpetrare l’ennesimo furto nel vicino comune di Pedrengo.

L’uomo con una troncatrice aveva tagliato i cavi di rame facendo piombare nel buio una zona di circa 4000 mq piombava nel buio.
Tale azione ha dato il via all’operazione di fermo del soggetto che, in tutta risposta, ha cercato di allontanarsi dal luogo prontamente inseguito dagli uomini della Polizia Giudiziaria.
Il ladro, approfittando della perfetta conoscenza dei luoghi, ha percorso ad alta velocità tutte le strade del centro, nonostante buio e pioggia rendessero estremamente pericolosa la marcia.

L’inseguimento si è protratto per circa dieci chilometri fino al momento in cui il fuggitivo ha abbandonato il veicolo ancora in movimento per cercare di scappare a piedi dai poliziotti che ormai lo aveva braccato e che, dopo poco, sono riusciti ad ammanettarlo.
A bordo della macchina c’erano i cavi di rame prima sottratti dalla strada pubblica, una tranciatrice da giardiniere con manici lunghi e isolati, un piccone e piccole quantità di cocaina e hashish: l’uomo è risultato infatti sotto effetto di sostanze stupefacenti.

La notizia della brillante operazione portata a termine dagli uomini della Stradale di Seriate ha fatto immediatamente il giro della provincia di Bergamo riscuotendo un notevolissimo apprezzamento da parte di tutti i Comuni recentemente bersagliati da questo ladro professionista che ha creato non poche difficoltà e notevoli danni economici.

 

 

Fonte: www.asaps.it

 

 

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *