Questo articolo è stato letto 3 volte

Fiume – Rottweiler killer, multa di tredici euro

cani-aggressivi

cani-aggressiviI due rottweiler che domenica mattina avevano attaccato a Tersatto (rione di Fiume) una donna e il suo cane, ferendo entrambi, potrebbero venire abbattuti. La decisione spetterà ai proprietari dei due animali, Luciana Jureti„ e Danijel Brozi›evi„, che vivono in via Kumi›i„ 37 a Fiume e lavorano al locale Dipartimento di polizia. A quanto pare questa coppia di fidanzati avrebbe dato il proprio assenso alla soppressione di Guess ed Oggy, i nomi dei due cani, disperati dal fatto che i loro rottweiler sono già stati al centro di una serie di aggressioni che hanno evidenziato (ne hanno scritto i media fiumani) un inequivocabile dato di fatto: la scarsa o nulla collaborazione in casi del genere tra veterinari e polizia.

Nei mesi scorsi si erano avute infatti tre aggressioni con i proprietari condannati a pagare per ogni episodio una pena pecuniaria davvero blanda. Si tratta di 100 kune, che al cambio fanno 13 euro, davvero una miseria per la gravità dell’accaduto. Ci fosse stata la dovuta cooperazione tra istituto di veterinaria e forze dell’ordine, già dopo il secondo attacco i cani sarebbero stati abbattuti per legge. Invece la comunicazione non c’è stata e non sono state nemmeno inflitte multe adeguate.

In attesa di una risposta definitiva della Jureti„ e di Brozi›evi„ sulla sorte dei rottweiler, quest’ultimi saranno sotto osservazione dei veterinari per una durata di dieci giorni. È una procedura ordinaria, volta a stabilire se siano rabidi. Da quanto appreso, sarebbero stati vaccinati la scorsa primavera e dunque gli effetti del vaccino si farebbero ancora sentire. Inoltre sono chippati e regolarmente registrati. Ai proprietari è stata fatta presente un’altra soluzione che eviterebbe l’abbattimento: la sterilizzazione di Guess e Ogy e il successivo corso di educazione e socializzazione.

Difficile dire cosa succederà, con i due dipendenti della questura fiumana che a causa dei turni (così i loro vicini di casa) non dedicano la dovuta attenzione ai cani che così saltano lo steccato dell’abitazione, seminando la paura nei quartieri di Tersatto e Vežica.

Intanto la donna attaccata domenica, la 36enne fiumana Jasmina Bijeli„, è in cura dal proprio medico di famiglia, mentre giorni fa le è stato somministrato il vaccino antitetano. Ha rimediato morsi in varie parti del corpo, riuscendo a cavarsela grazie al giaccone, che in qualche modo ha attutito gli effetti dell’attacco. Solo due ferite superficiali per il cagnolino che la donna portava a passeggio e che Jasmina ha difeso, tenendolo con le mani sopra la sua testa. «Erano da soli, senza controllo – ha detto ai giornalisti – ho tentato di fuggire, ma mi hanno raggiunto e in quei momenti ho badato più al mio cane che a me stessa».

 

Fonte: ilpiccolo.gelocal.it

 

 

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *