Questo articolo è stato letto 0 volte

Parma – Municipale: attività anti-degrado davanti al Sert

agente_pmGli agenti della municipale sono “intervenuti in forze” davanti alla sede del Sert di strada Mercati con un’operazione anti-degrado su vasta scala. Due ufficiali in servizio, insieme a otto agenti, hanno provveduto all’identificazione di sette persone di provenienza della Repubblica Slovacca quindi comunitarie, tutte in possesso di documenti, e come tali in regola con il soggiorno sul territorio Italiano.

Di questi uomini, “due erano sdraiati su un materasso appoggiato a terra a lato del muro del Sert, con a fianco numerosi cartoni. I due sono stati sanzionati per la violazione dell’articolo 21 del regolamento di polizia urbana. Per gli altri cittadini slovacchi, pur presenti sul posto, non è stato possibile accertare violazioni regolamentari o penali. Tutti però sono stati diffidati dall’utilizzo del luogo oggetto di controllo come dormitorio e dallo stazionamento nella zona”.

In considerazione della stagione invernale e delle condizioni disagiate del giaciglio improvvisato gli agenti hanno “provveduto a offrire una sistemazione in strutture d’emergenza del Comune, ma la proposta di sistemazione è stata rifiutata da tutti i presenti”.

Prima di abbandonare la zona gli agenti hanno allertato il servizio Iren Ambiente per la pulizia dell’area antistante l’ambulatorio del servizio Tossicodipendenze, per la rimozione dei cartoni e dei rifiuti e per la sanificazione del selciato e dei muri dell’edificio dove apparivano evidenti le tracce di deiezioni umane o animali.

I vigili continueranno comunque a mantenere monitorata la zona, pure se il problema, almeno per il momento, dovrebbe essere risolto.

Nella stessa giornata, aggiunge il comunicato del Comune, gli agenti hanno proceduto al controllo, sempre in strada Dei Mercati, dell’attività di import export da e per i paesi dell’Est, che trova ormai un consueto punto di stoccaggio, consegna e ritiro delle merci nella zona antistante il Circolo della Colombofila. Sono stati controllate cinque persone intente ad esercitare l’attività sopra descritta e tre veicoli. I presenti, quasi tutti di provenienza Moldava con cittadinanza rumena, erano regolari sul territorio Italiano e i veicoli si presentavano idonei alla circolazione su strada ed al trasporto merci.

Tuttavia, dato che i due rimorchi venivano utilizzati in modo stanziale per le giornate di sabato e domenica come magazzini di stoccaggio delle merci, e che le stesse merci venivano anche accatastate su bancali in terra e che l’attività veniva pubblicizzata con un cartello di circa 2 metri per 1 metro attaccato ad uno dei veicoli, gli agenti procedevano sanzionando entrambi i conducenti dei rimorchi per la violazione al codice della strada, per l’occupazione abusiva di suolo pubblico e per la pubblicità abusiva, disponendo il pagamento in contanti (obbligatorio per le sanzioni ai veicoli targati esteri) per un importo totale di 528 euro (a sconto di legge già calcolato).

 

Fonte: parma.repubblica.it

 

 

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *