Questo articolo è stato letto 1 volte

Varese – Denuncia per oltraggio a sede Polizia locale. Grazie a telecamere

polizia_municipale33

polizia_municipale33Lo scorso 22 novembre, il personale in arrivo al comando della Polizia locale per il turno del mattino, attorno alle 6,30, notava che il portone d ingresso al comando era stato imbrattato di urina. Da quel momento la Polizia locale si è attivata arrivando, nel giro di una ventina di giorni, a denunciare il presunto autore all’autorità giudiziaria per oltraggio (trattandosi della sede di un corpo di polizia), deturpamento di beni e atti contrari alla pubblica decenza.

Come si è arrivati all’autore? Usando le telecamere che presidiano il perimetro della caserma e che hanno ripreso il soggetto, che ha agito in piena notte, approfittando della totale assenza di traffico in via Sempione e nelle limitrofe. Da lì sono partite le indagini che, vista la tipologia del gesto, si sono orientate verso i veicoli (e le persone) sanzionate nelle vicinanze e nelle ore precedenti.

Individuate le possibili auto sono stati acquisiti i cartellini anagrafici dei proprietari delle auto o di loro familiari,che fossero compatibili con l’età presunta, come appariva nelle immagini.

Così si è arrivati a trovare quello che risulta come l’autore dei reati (perché di fatti a rilevanza penale si tratta): probabilmente aveva deciso di manifestare la sua insoddisfazione per i servizi resi dalla polizia locale di Varese (non è peraltro cittadino varesino, ma di un comune vicino), che poco prima aveva multato l’auto intestata alla mamma, che è la stessa con cui è arrivato davanti al comando per “scaricare” la sua protesta.

 

Fonte: www.varesereport.it

 

 

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *