Questo articolo è stato letto 0 volte

Modena – Locandina in vetrina: multa da 1400 euro

Stangata dei vigili a parrucchiere per un messaggio promozionale affisso nel negozio di viale Tassoni.

«Abbiamo preso oltre 1400 euro di multa per avere esposto una vetrofania con delle immagini inerenti alla nostra attività nel nostro negozio di Modena».

E ancora. «Non discutiamo la legge, ma chiediamo che venga applicato il buon senso, soprattutto in un momento come questo: così difficile per il commercio».

Questo il grido di dolore di un parrucchiere, titolare di più negozi, di cui uno a Modena, in via Tassoni, sanzionato con una doppia multa per l’esposizione di una vetrofania.

La sanzione notificata dal Comune ammonta precisamente a 1405 euro, suddivisa in due rate da 695 euro l’una. Per calcolare questo importo è stata applicata la somma di 60 euro al metro quadro. E la comunicazione della sanzione è stata recapitata tramite l’Ica, Imposta Comunale Affini, che si occupa dell’imposta comunale della pubblicità e dei diritti sulle pubbliche affissioni.

Si tratta di una gabella che si somma ai costi che il commerciante ha dovuto sostenere non molto tempo fa per riaprire un altro negozio a Mirandola, in quel centro storico dilaniato dal sisma del 2012.

«Se qualcuno fosse venuto ad avvisarci informalmente di toglierla, l’avremmo fatto. E si sarebbe trattato di un’azione di buon senso con un occhio di riguardo verso chi lavora e paga onestamente le tasse come noi – prosegue il commerciante – invece così ci troviamo una multa salatissima da pagare. Tutto questo per avere esposto immagini inerenti alla nostra professione, affisse per vendere il nostro prodotto. E la somma di 1405 euro è stata ottenuta perché si parte dal calcolo di 60 euro al metro quadro. Una cifra spropositata, se consideriamo che in altri Comuni tale importo al metro quadro è nettamente inferiore. La sanzione, ovviamente, si somma ad altre 870 euro di tasse che paghiamo regolarmente per insegne e vetrofanie. Così non va bene. Per questo abbiamo scritto all’assessore alle attività economiche del Comune, Tommaso Rotella. Nella lettera, abbiamo manifestato all’assessore tutto il nostro disappunto per questo atteggiamento che, di certo, non ci aiuta, né ci incentiva” conclude, amareggiato, il commerciante. Nella stessa situazione di quest’esercente multato si trovano altri titolari di attività commerciali, i quali hanno ricevuto una multa di importi variabili a seconda del caso, per avere affisso vetrofanie, senza rispettare i parametri di misura consentiti.

Fonte: gazzettadimodena.gelocal.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *