Questo articolo è stato letto 0 volte

Rosignano – Guerra ai rifiuti in strada, in arrivo dieci telecamere

Cittadini sceriffi pronti a segnalare alle forze dell’Ordine chi abbandona i rifiuti davanti ai cassonetti dell’immondizia o lungo le strade; decine di segnalazioni e fotografie che passano attraverso i social con lo scopo di denunciare questo fenomeno che, nel comune di Rosignano, sembra sia in continuo aumento. I dati di Rea parlano da soli: nel 2014 sono stati oltre 11mila gli interventi di Rea per i rifiuti abbandonati in strada. A questi vanno ad aggiungersi gli interventi per abbandono di eternit lungo le vie o nella boscaglia: 67 tra il 2013 ed il 2014. Un fenomeno che colpisce soprattutto le frazioni che si affacciano sul mare, Castiglioncello, Vada e Rosignano Solvay e che impone costi aggiuntivi all’azienda e, dunque, ai cittadini.
A fine mese dovranno essere posizionate le prime fotocamere in grado di registrare, giorno e notte, eventuali comportamenti scorretti dei cittadini, che poi verranno sanzionati.

«A fine febbraio – dice l’assessore alla qualità urbana Piero Nocchi – saranno installate le fotocamere sul territorio». Al momento i tecnici di Rea stanno organizzando questo intervento, prima del via libera che deve giungere dall’amministrazione comunale. «Stiamo concludendo tutti i passaggi tecnici – dice Lilia Benini presidente Rea che assieme al Comune sta portando avanti il progetto – prevediamo di installare le telecamere a fine di febbraio. Si tratta di fotocamere mobili che quindi potranno essere trasferite nelle varie aree del territorio; partiremo da quelle più critiche».
«Il progetto – continua Benini – coinvolge anche la polizia municipale che raccoglierà i dati registrati». In realtà l’intervento, in via sperimentale, è già iniziato con la prima telecamera posizionata in via di Giacomo, a Rosignano Solvay nella zona del supermercato Conad. La fotocamera ha già iniziato a registrare.
Lo scopo di questa iniziativa è quello di reprimere il malcostume, la negligenza e lo scarso senso civico di quei cittadini che, da anni, gettano rifiuti di ogni genere lungo le strade o accanto ai cassonetti, invece di chiamare l’apposito servizio (gratuito) organizzato da Rea per la raccolta di materiali ingombranti e potature.
Le fotocamere, nel progetto di Comune e Rea serviranno principalmente come deterrente, così da scoraggiare eventuali comportamenti scorretti da parte dei cittadini. Certo, nel caso che residenti e turisti, grazie alle telecamere, venissero “pizzicati” ad abbandonare rifiuti sulle strade a lato dei cassonetti, sono previste anche multe salate.

Fonte: iltirreno.gelocal.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *