Questo articolo è stato letto 0 volte

Sindaci alla carica: le multe per fare cassa. Nel 2015 previsto +20% d’incasso

polizia-controllo

polizia-controlloA Roma si pianifica un inasprimento dei controlli, con il 20% degli introiti già impegnati per potenziare l’attività di accertamento. Milano punta sugli su 480mila euro al giorno dagli autovelox, a Bolzano il gettito visto a 38 euro per abitante.

Riparte l’offensiva dei Comuni sulle multe, con i sindaci che chiedono gli straordinari ai vigili urbani per fare cassa. Gli incassi stimati per il 2015, dopo una leggera flessione causa crisi, tornano a salire: in media l’incremento supera il 20% della cifra indicata per il 2014.

E’ quanto emerge da un’indagine dell’Adnkronos sui bilanci dei comuni italiani. A pesare sulla contabilità delle amministrazioni resta il problema dell’evasione, con punte fino al 50% e incassi effettivi in media inferiori del 30% rispetto alle voci stimate. E ovunque, nelle grandi città e nei comuni più piccoli, la reazione è all’insegna di una strategia aggressiva: più autovelox, perché gli strumenti per il controllo automatico della velocità garantiscono un rapido incremento dei verbali, e più vigili in strada nelle ore di punta per il traffico.

A Roma, si pianifica un inasprimento dei controlli, con il 20% degli incassi delle multe già ‘impegnati’ per il potenziamento delle attività di accertamento delle violazioni. A Milano, gli autovelox arriveranno a fruttare fino a 480mila euro al giorno. Nei comuni più piccoli, scendono i numeri assoluti ma sale, in proporzione, l’incidenza delle multe. A Bolzano sono stimati incassi pari a 38 euro a carico di ognuno dei 105.713 residenti. Nel 2014, incrementi record a Bergamo, 2.000 multe in più sul 2013; a Subiaco (Rm), il picco di incremento del gettito: +50% sull’anno precedente.

Il governo, peraltro, si mostra consapevole del problema. Tanto che il ministro delle Infrastrutture e Trasporti Maurizio Lupi è intervenuto più volte per ribadire che “non è tollerabile che si utilizzi la leva delle contravvenzioni per ripianare buchi di bilancio”. Il ministro ha anche stigmatizzato la tendenza delle Amministrazioni comunali a gonfiare le spese di notifica per compensare lo sconto del 30%, previsto dalla legge per chi paga entro pochi giorni.

ROMA. Per il 2015 il Comune punta a incassare 250 milioni 120mila euro, di cui 2 milioni 500mila euro per ‘ammende e oblazioni tramite autovelox’. Ma il Campidoglio va oltre e investe su un futuro con più multe: 34 milioni, il 20% del totale, saranno utilizzati per il ‘potenziamento delle attività di controllo e accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale’. Gli incassi erano pari a 154 milioni nel 2013, quasi 100 mln in meno.

MILANO. Il comune punta tutto sugli autovelox. Ne vuole istallare fino a dieci nuovi quest’anno. Considerando gli importi delle sanzioni previste per l’eccesso di velocità (da 41 a 821 euro), gli autovelox milanesi possono fruttare al Comune anche 480 mila euro al giorno, escludendo i ricorsi, lo ‘sconto’ del 30% per i pagamenti entro 5 giorni e l’evasione.

BOLOGNA. Il bilancio 2015 stima in 3 milioni di euro l’incremento dell’incasso per le sanzioni per violazioni al codice della strada rispetto all’anno in corso. Un risultato che potrà essere raggiunto grazie all’istallazione di nuove telecamere.

BOLZANO. Nel bilancio di previsione 2015 il municipio ha iscritto 4.014.000 euro alla voce ‘Proventi da servizi pubblici – Polizia municipale’. In sostanza, sono 38 euro a carico di ognuno dei 105.713 residenti. Un importo che raddoppia se riferito al numero degli automobilisti.

BERGAMO. Dal bilancio 2014 dell’attività di controllo per la sicurezza stradale, emerge un record assoluto per le multe: sono state 143.507, quasi 2000 in più del 2013.

CREMONA. Le multe nel 2014 hanno fatto incassare al Comune quasi tre milioni di euro: 2.897.556, con un incremento di circa trecentomila euro rispetto al 2013.

FERRARA. In controtendenza il comune estense. Gli incassi derivanti da multe e sanzioni sono stimati in calo di 800mila euro nel bilancio 2015 rispetto al 2014.

CITTADELLA (PD). Per il 2015 sono previste spese per 4 milioni di euro che saranno finanziate proprio dalle multe. In particolare, 1.950.000 euro è la di incasso dagli autovelox nel corso del prossimo anno; 1.050.000 euro dovrebbero arrivare dalle sanzioni per altre violazioni; stessa cifra dalla riscossione di multe emesse negli anni precedenti e che i trasgressori devono ancora saldare.

SUBIACO (RM). Sono 1.430 le sanzioni emesse dal corpo di polizia locale del comune di Subiaco nel 2014, che ha portato nelle casse del palazzo di piazza S. Andrea 73.956,04 euro. Si tratta di un aumento record del 50% rispetto al 2013, con 36.002,60 euro di violazione al codice della strada in più per i residenti.

 

 

 

Fonte: www.repubblica.it

 

 

 

 

 

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *