Questo articolo è stato letto 4 volte

Trieste – La città sommersa dai sacchetti dei rifiuti

abbandono-rifiuti_palla

abbandono-rifiuti_pallaUna vera e propria emergenza rifiuti. L’ultimo fine settimana, caratterizzato dalle potenti raffiche di bora che hanno toccato i 160 km all’ora, oltre a provocare una serie infinita di danni, è andato ad incidere in modo pesante sul fronte della raccolta rifiuti in città. Cassonetti spostati, divelti e scoperchiati, bottini stracolmi di immondizie, ma soprattutto una quantità industriale di sacchetti della spazzatura abbandonati sul suolo e volati lungo le strade. Un’immagine certamente poco edificante, dovuta alle difficoltà cui sono andati incontro i mezzi della raccolta a causa del maltempo, ma anche da un mix di maleducazione ed inciviltà di certa parte della cittadinanza.

San Giacomo Siamo in via Caprin, all’altezza di piazza Puecher, nel cuore di San Giacomo. L’isola ecologica è sommersa da una trentina di sacchetti della spazzatura abbandonati vicino al marciapiede. Accanto si notano anche una serie di cartoni, assi di legno ed un materasso. I contenitori dell’umido e della carta sono traboccanti, ma quelli dell’indifferenziata e della plastica si presentano semi vuoti.

Barriera Scendiamo in viale D’Annunzio dove molti cassonetti sono strapieni di immondizie: accanto ad uno di questi spuntano bottiglie di birra, taniche di plastica ed un set di pantofole. Poco distante, in via Settefontane, a fianco dei contenitori, c’è un intero mobile in legno smontato: tra mensole, cassetti e pannelli. In via Raffineria non si contano i sacchetti della spazzatura a terra, confusi tra rami e sterpaglie. Immondizie che volano in strada anche in via Carducci.

Coroneo-Fabio Severo Situazione analoga anche nelle vie Coroneo e Fabio Severo. Nel primo caso, all’incrocio con via del Ronco, tra l’immondizia depositata accanto ai contenitori, ci sono anche cornici, vasi di pittura, rulli e attrezzi da giardino. Montagne di sacchetti della spazzatura in via Fabio Severo, all’altezza del bivio per Villa Ara: accanto ai bottini, anche assi di legno e una stampante per computer.

San Giovanni Quadro simile nel rione di San Giovanni. In viale Sanzio, vicino ai contenitori stracolmi di immondizia, spuntano addirittura sedie da cucina. Poco distante, in via Giulia, nell’isola ecologica di fronte alla chiesa, i sacchetti della spazzatura quasi sommergono i contenitori. Ci sono anche cassette di legno ed una coperta.

Roiano

Non va meglio a Roiano. All’inizio di via Tor San Piero, ancora nel primo pomeriggio, all’esterno dei cassonetti, si trova di tutto: dai sacchetti di carta a quelli di plastica, cui si aggiungono quintali di rifiuti organici e scarti di cucina. I bottini dell’umido sono scoperchiati e stracolmi, così come quelli di carta e indifferenziata.

 

 

Fonte: ilpiccolo.gelocal.it

 

 

 

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *