Questo articolo è stato letto 3 volte

Centocelle (RM) – Stretta su via Salviati, da vigili e Campidoglio un argine contro i rifiuti

rifiuti

rifiutiIl Campidoglio prova a combattere la battaglia contro i roghi tossici nel campo rom di via Salviati. Lo fa da settimane intensificando i controlli ai quali si accompagnano interventi per sanare una situazione che ogni giorno è sempre più complicata. Da giorni, senza tregua, con il calare della sera si levano fiamme e fumi alla diossina. I cittadini segnalano, ormai da mesi e nessuno sembra dare loro ascolto.

L’intervento di oggi da parte dei vigili, oltre che rilevare la presenza nelle fognature del campo trovate scarpe, vestiti e addirittura la forcella di un motorino, ha puntato a bloccare quella che è l’attività alla base dei roghi: la movimentazione dei rifiuti. Per questo sono stati posizionati New Jersey per bloccare e non far parcheggiare i furgoni dei rom. Verranno poi chiusi i passaggi aperti nel muro di recinzione, passaggi che servivano a facilitare il traffico merci.

Ad operare gli uomini del dipartimento Simu (lavori pubblici), gli agenti dello Spe e quelli dei gruppi IV TIburtino e V Casilino.

BARRIERE DI CEMENTO – Su entrambi i lati di via Sansone, nel tratto da via Salviati verso via Collatina per tutto il perimetro del campo rom, è stato effettuato il posizionamento di numerose barriere di cemento e di cubi di cemento, anche nel perimetro del campo, che serviranno come deterrente al parcheggio dei mezzi utilizzati dagli abitanti per la movimentazione delle merci. Secondo quanto spiega la polizia locale nel campo “nel tempo si è venuto a sviluppare un intenso traffico di movimentazione di merce illegale, ove rifiuti di tutti i tipi vengono accumulati, smontati, scomposti nelle parti preziose e vendibili: alluminio, rame, motori di elettrodomestici, ecc. creando un intenso e fruttuoso mercato illegale di scambio e vendita di materiali”. E’ da qui che partono i roghi, finalizzati soprattutto alla separazione dei materiali.

IL SISTEMA FOGNARIO – L’intervento di oggi ha poi puntato a sanare un altro grande problema, quello delle fogne nel campo.  Il sistema fognario del campo, che viene intasato da rifiuti di ogni tipo, non riesce oltretutto a smaltire sia i liquami organici che le acque pluviali, creando pozze d’acqua e gravi problemi igienici, anche questi più volte segnalate dai cittadini. Nei condotti fognari sono stati trovati pezzi di motore, legno, plastiche, sassi e persino una forcella di un motorino.

Fonte: centocelle.romatoday.it

 

 

 

 

 

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *