Questo articolo è stato letto 0 volte

Roma – I vigili «a pesca» di abusivi nelle acque alte del Tevere

Era a due passi dal Vaticano e forse sperava nel miracolo di camminare sulle acque. Ma per l’ambulante in fuga dalla squadra anti-abusivi dei vigili urbani non c’è stata la salvezza sperata: è stato fermato, multato e gli è stata sequestrata la merce. L’uomo, all’altezza di Ponte Sant’Angelo, si è avventurato nell’acqua alta del Tevere – salita sugli argini dopo le abbondanti piogge dei giorni scorsi – con il sacco pieno di borse contraffatte, rischiando di essere trascinato via dalla corrente.

Le squadre anti-abusivi

La fuga nella tarda mattinata di mercoledì è stata bloccata dagli agenti del Gruppo Sicurezza Sociale Urbana, che da mesi presidiano l’area vaticana per contrastare i venditori abusivi. La zona è battuta lo più da nordafricani con borse, occhiali e accessori di marca contraffatta. Gli agenti che rispondono al comandante Renato Marra, sono attivi nel centro storico anche con la squadra in borghese sulle moto Bmw 650 enduro che spuntano all’improvviso, accerchiano i mercanti di fortuna, gli chiudono le vie di fuga e li bloccano.

Fonte: roma.corriere.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *