Questo articolo è stato letto 4 volte

Emergenza buche: i vigili urbani «baby sitter» piantonano le voragini

Strada-dissestata

Strada-dissestataMentre si decide il destino politico dell’amministrazione di Ostia, il X Municipio cade a pezzi. Letteralmente. L’emergenza buche sta assumendo contorni fantozziani, con i vigili urbani trasformati in «cartelli umani», obbligati a sprecare mezzi e uomini per piantonare le voragini. Con il municipio in bilico, dopo le dimissioni del presidente Pd Andrea Tassone, e il suo partito impegnato a incollare i cocci, quel che resta intanto è un territorio che attende di essere governato. Pochi fondi a disposizione, immobilismo istituzionale e maltempo, hanno solo aggravato le drammatiche condizioni della rete viaria di un municipio che conta 300mila abitanti e oltre 15 rioni.

Bando scaduto, sos buche

Le strade, tra Ostia, Acilia o Infernetto, che non siano devastate da crateri profondi anche più di venti centimetri, si contano ormai con il contagocce. Le auto rischiano di essere danneggiate, i pedoni di farsi male. Copertoni e borchie saltano. E, a complicare la situazione già tragica, ci si è messa la scadenza del bando della manutenzione stradale. L’appalto alle ditte incaricate di intervenire con urgenza – spesso su chiamata proprio dei vigili – a rattoppare le buche, è scaduto a fine febbraio.

Vigili «baby-sitter» per le voragini

Senza nessun operaio a intervenire, da settimane ormai le pattuglie del Gruppo X Mare fanno le baby sitter alle buche. «Giorni fa all’Infernetto c’è stato un incidente a causa di una voragine, non potendo chiamare nessuno, abbiamo chiesto a un cantiere vicino un po’ di materiale e abbiamo ricoperto il dissesto», raccontano i vigili. Non solo. È anche capitato che il vigile di turno si posizionasse a presidio della buca, in stile «cartello umano». Le transenne sono finite da un pezzo e si ricorre a estremi rimedi.

Il «transenna-tour»

La mattina del 24 marzo i cittadini hanno perso anche via Ammiraglio del Bono, strada che collega al viadotto Tabacchi, snodo viario importante di Ostia: buca uguale incidente, strada chiusa e vigili a presidio eterno. A via Appagliatore le due voragini sono state segnalate da barriere in plastica, invisibili di notte. In via delle Quinqueremi, davanti alle scuole, l’asfalto ha ceduto e i due crateri spuntati hanno fatto chiudere al traffico la strada. Stesse scene in via Wolf Ferrari, via dei Promontori, via Romagnoli e così via. Ovunque, solo transenne fai-da-te.

Oltre 50 strade a rischio

Il comandante della polizia locale di Ostia, Roberto Stefano, l’allarme l’ha lanciato da tempo, con una determinazione dirigenziale che limita a 30 chilometri orari la velocità delle auto: un provvedimento grave che riguarda 50 strade troppo disastrate per garantire la sicurezza dei cittadini. «Però nonostante la mia richiesta i segnali stradali non sono stati ancora posizionati, proprio perché mancano le ditte», spiega Stefano. Dal municipio, l’assessore ai lavori pubblici (ormai verso le dimissioni non volontarie) Antonio Caliendo spiega: «avevo prorogato il bando alle due ditte ma dal dipartimento mi ha comunicato l’irregolarità dell’atto, ora però con fondi residui speriamo di poter intervenire a breve sulle strade più a rischio». La lista è lunga: conta oltre 80 arterie.

 

 

 

Fonte: roma.corriere.it

 

 

 

 

 

Fonte:

One thought on “Emergenza buche: i vigili urbani «baby sitter» piantonano le voragini

  1. quando pensera’il sig.Marino di riasfaltare le strade di acilia? sicuramente lui ha piu’premura della sistemazione dei campi rom fatevi sentire almeno voi la situazione delle nostre strade e’assurda e pericolosa specialmente per i motociclisti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *