Questo articolo è stato letto 3 volte

Modena – Etichette irregolari, la Municipale sequestra 254 vestiti in un negozio

etichette-abbigliamento

etichette-abbigliamentoOltre 243 capi di abbigliamento privi delle indicazioni obbligatorie in etichetta e 11 completamente sprovvisti di etichettatura. È quanto hanno trovato gli agenti della Polizia municipale di Modena all’interno di un negozio di zona Buon Pastore, durante un’attività di controllo in materia di anticontraffazione commerciale. In particolare, numerosi prodotti di abbigliamento erano privi della regolare etichettatura e delle indicazioni sulla composizione tessile e l’importatore. La merce per complessivi 254 articoli, è stata sottoposta a sequestro e il gestore sanzionato per un importo pari a euro 2.064 per violazione ai sensi del Codice del Consumo e alle norme sull’etichettatura.

Dall’inizio dell’anno nell’ambito dell’attività di anti contraffazione, la Polizia municipale ha già effettuato sei sequestri per un totale di 1338 articoli sequestrati, tra capi d’abbigliamento, apparecchi per il cucito, occhiali, portachiavi, foulard e cinture. Sul contrasto al fenomeno della contraffazione il Comune di Modena è da tempo impegnato con il progetto “Modena: insieme contro la contraffazione”, co-finanziato da Anci nazionale, che vede gli operatori impegnati nell’attività di formazione, oltre che nei controlli sul territorio. La formazione coinvolge a livello territoriale tutti gli enti competenti ed è finalizzata a supportare l’attività di controllo che è diventata sistematica e interessa diversi nuclei della Municipale.

I controlli riguardano l’ambito alimentare in particolare per quanto riguarda la presenza degli elementi obbligatori in etichetta in lingua italiana, le verifiche sulla corretta conservazione dei prodotti, cioè il termine minimo di scadenza e la data, la presenza di marchio CE e la verifica metrica sulle bilance a uso professionale utilizzate per la pesature. In ambito non alimentare, si sono invece concentrati sulle normative riconducibili al Codice del Consumo, per quanto attiene la presenza di informazioni obbligatorie, e alle norme di settore.

 

 

Fonte: www.modenatoday.it

 

 

 

 

 

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *