Questo articolo è stato letto 2 volte

Milano è un ‘distretto’ della contraffazione

Milano, negli ultimi tre anni, è stata il teatro di oltre50mila sequestri per un totale 34 milioni di prodotticontraffatti tolta dal mercato del valore di circa 200 milioni di euro. Sono 485 le persone denunciate alle autorità giudiziarie: il fenomeno del falso, è evidente, ha raggiunto dimensioni strutturali nella città meneghina.

I dati del Censis, Centro Studi Investimenti Sociali, vedono l’Italia come la prima in Europa per l’acquisto e il consumo di merce non originale. In relazione al 2014, si è calcolato che i 4,2 miliardi di euro spesi in prodotti falsi hanno sottratto 13,7 miliardi di valore di produzione aggiuntiva al mercato regolare e 5,5 miliardi di euro di valore aggiuntivo. Inoltre, sono molte le ricadute negative per quanto riguarda l’occupazione, essendo circa 100mila le unità di lavoro regolare perse e date in mano allo sfruttamento. Nel panorama del falso, Milano è al terzo posto sul podio italiano: segue a Romae a Reggio Calabria.

Il logo di Expo è già stato preso ampiamente di mira dai falsari, tanto che la polizia locale milanese, nei giorni scorsi, ha scoperto a Chinatown un quartier generale della contraffazione di prodotti legati all’Esposizione Universale tra cui gadget, tazze e magliette. Non più solo la moda è l’oggetto della contraffazione: oggi, molti falsari si concentrano sul settore alimentarefarmaceutico emeccanico. Il Mise, Ministero dello Sviluppo Economico, s’inserisce in questo scenario e laDirezione Generale per la Lotta alla Contraffazione-Ufficio Italiano Brevetti e Marchi lancia due App disponibili sia per iOS che per Android. Le applicazioni fanno parte del progetto “Io sono orginale” del Mise e hanno l’obiettivo di educare gli utenti a un acquisto consapevole dei prodotti: rispondendo ai quiz è possibile stabilire il proprio livello di preparazione sull’argomento. Inoltre, mettendo a confronto l’immagine di un prodotto falso e di uno originale, si ha la possibilità di scovare le differenze entro un tempo limite e di salire di livello a ogni risposta esatta.

Fonte: www.pambianconews.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *