Questo articolo è stato letto 1 volte

Livorno – Fischi contro i vigili che fanno le multe

scrivere-multe

scrivere-multeNelle notti del fine settimana, molti livornesi – sicuramente troppi – si trasformano in conducenti poco rispettosi delle regole del codice dell strada. Lasciando l’auto o gli scooter un po’ dove capita. Tutto questo, nonostante da tempo la polizia municipale abbia dichiarato guerra alla sosta selvaggia ed abbia annunciato controlli più serrati. Di conseguenza, continuano a fioccare le multe.

E’ quanto successo venerdì sera, quando tra il lungomare e la Venezia la polizia municipale ha elevato ben elevato 236 sanzioni. Un totale impressionante, che dimostra come Livorno – anche a proposito di traffico – sia una città piena di contraddizioni, nella quale il rispetto delle regole diventa un optional e i servizi effettuati dalle forze dell’ordine diventano sempre più difficile.

Se infatti è vero che la maggior parte dei cittadini chiede una maggiore osservanza delle norme – invocando anche sui social una maggiore presenza di vigili urbani per sanzionare le auto parcheggiate in sosta vietata, spesso anche in situazione da creare intralcio e pericolo ala viabilità – è altrettanto vero che quando gli agenti arrivano per controllare e multare, in tanti si dimostrano scarsamente collaborativi. È quanto accaduto ieri sera in centro (nell’area pedonale del mercato), dove alcuni agenti della municipale, che stavano facendo solo il proprio dovere, sono stati fischiati e accolti con grida e urla.

I vigili urbani non si sono fatti intimorire e hanno continuato a multare i mezzi che erano in sosta vietata, ma soprattutto sono stati molto abili a non cadere in provocazioni: una minima reazione ai fischi avrebbe potuto sfociare anche in problematiche di ordine e sicurezza pubblica.

Gli agenti hanno dunque continuato a svolgere il proprio lavoro – senza replicare – elevando nella piazza Cavallotti 13 multe ad altrettanti veicoli che sostavano in zona pedonale. Sanzioni a tutela dei residenti, dei pedoni ma soprattutto delle persone con limitate capacità motorie.

Complessivamente, invece, tra centro, Venezia e lungomare, sono state ben 236 le multe che i vigili urbani hanno effettuato, soprattutto nelle vicinanze di locali molto frequentati dai giovani livornesi.

Ma per andare a divertirsi, non è necessario lasciare l’auto in sosta vietata, in a rea pedonale o in doppia fila creando situazioni di potenziale pericolo: basta magari fare qualche passo a piedi in più…

 

 

Fonte: iltirreno.gelocal.it

 

 

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *