Questo articolo è stato letto 0 volte

Municipale fino alle 24 sui viali di Rimini: stretta contro abusivismo commerciale

Il contrasto all’abusivismo commerciale è tra gli obiettivi principali inseriti nel progetto pluriennale della Polizia Municipale di Rimini che mira al “potenziamento dei servizi riferiti alla sicurezza urbana e stradale”, di cui la Giunta comunale ha approvato martedì indicatori e target di risultato. Il progetto generale, a cui l’Amministrazione comunale ha destinato 260mila euro all’anno, ha come obiettivo principale il potenziamento del controllo del territorio e quindi la tutela della sicurezza urbana e della sicurezza stradale, i due asset principali in cui il corpo di Polizia Municipale è abitualmente impegnato.

Dopo aver avviato lo scorso anno una speciale attività di contrasto all’abusivismo commerciale sulla spiaggia della zona sud (Bellariva, Marebello, Rivazzurra e Miramare), per le prossime due stagioni, proprio in continuità con quanto fatto nel 2014, è stato proposto di inserire nell’ambito del progetto complessivo uno specifico e più mirato obiettivo, per potenziare maggiormente le attività di prevenzione e contrasto del fenomeno. In particolare verrà dato nuovo impulso all’attività di “intelligence” vera e propria, in collaborazione con le forze dell’ordine; inoltre sarà ampliato l’orario di servizio degli agenti del nucleo antiabusivismo, che saranno impiegati fino a mezzanotte e non solo sulla spiaggia, ma anche sui viali di Marina Centro e sui camminamenti pedonali antistanti la spiaggia, sia in zona sud sia in zona nord. Al termine dell’estate il Comando predisporrà un report per definire il risultati conseguiti e valutare il grado di raggiungimento degli obiettivi fissati.

 

“Abbiamo la ferma volontà di mettere in campo tutto è quanto nelle nostre possibilità per contrastare un fenomeno che non solo vìola la legalità, ma che ha conseguenze negative sul piano della sicurezza e, in certi casi, anche dell’ordine pubblico – sottolinea l’assessore alla Polizia Municipale Jamil Sadegholvaad – Per questo motivo continuiamo ad investire risorse per far sì che i nostri agenti siano nelle migliori condizioni di intervenire con efficacia, sempre con la fondamentale sinergia delle forze dell’ordine. Lo scorso anno abbiamo raggiunto risultati importanti, con un elevato numero di sequestri di merce contraffatta e con interventi mirati non solo sulla spiaggia, ma anche a monte, partendo dai magazzini che riforniscono i venditori non autorizzati, che rappresentano l’ultimo anello della catena. Quest’anno abbiamo già cominciato con l’attività di contrasto, mettendo a segno importanti azioni, a dimostrazione della volontà ferma di arginare un fenomeno comune a tutte le località turistiche, costiere o non, italiane”.

 

Si ricorda che in questi primi mesi di attività a contrasto dell’abusivismo commerciale sono stati portati a termine 15 sequestri penali di merce contraffatta posta in vendita nei viali delle Regine e in spiaggia, 18 sequestri amministrativi a venditori itineranti e 7 rinvenimenti di merce. Sono stati inoltre controllati tre esercizi commerciali, due a Borgo Marina ed uno in Via Regina Elena. I controlli hanno portato al sequestro di circa 1.500 pezzi tra giocattoli, oggetti elettronici e altre merci privi dei requisiti richiesti dalla legge a tutela dei consumatori. Elevate sanzioni per 15.000 euro. L’ultima azione la scorsa settimana, con l’arresto di un venditore non autorizzato di merce contraffatta, reo di aver ferito un agente nel tentativo di evitare il controllo.

Fonte: www.altarimini.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *