Questo articolo è stato letto 2 volte

Vicenza – La polizia locale sventa una raid, ladri in fuga

Avevano preparato la notte di furti dopo molti sopralluoghi, ma sulle loro tracce c’erano già gli agenti della polizia locale di Caldogno. I due ladri sono riusciti a fuggire al termine di un breve inseguimento nella notte tra venerdì e sabato, braccati dagli agenti del consorzio Unione dei Comuni. 

Come riferiscono dal comando di via Diviglio, grazie al sistema di videosorveglianza e di riconoscimento delle targhe attivo da qualche settimana nel territorio di Costabissara e Caldogno, gli agenti si erano accorti del ripetuto passaggio di un’auto rubata ad Arzignano lo scorso 11 maggio. Il transito del monovolume, utilizzato dai ladri per perlustrare la zona dove colpire, era infatti stato registrato più volte di lettori di targa nei cinque varchi d’ingresso del territorio di competenza della polizia locale.  Venerdì notte è scattata la trappola tesa ai ladri.  Due pattuglie hanno seguito l’auto rubata fino a via Molinetto a Caldogno, dove gli agenti hanno fermato il mezzo, bloccando entrambe le direzioni di marcia. Vedendosi accerchiati i malfattori, due uomini di cui non è stato possibile vedere il volto a causa dell’oscurità, sono fuggiti a piedi, uno scavalcando il cancello di un’abitazione per poi fuggire in mezzo ai campi, l’altro arrampicandosi sul muretto di un cantiere in costruzione alto due metri. Vani i tentativi di rintracciare i due, spariti nella notte. 

Il mezzo rubato, abbandonato ancora con il motore acceso, è stato sequestrato. Al suo interno sono stati ritrovati tutti gli attrezzi del mestiere: un piede di porco, delle tenaglie, mazze e martelli. Al monovolume erano anche stati asportati i sedili dei passeggeri per rendere più facile il trasporto della refurtiva. 

Fonte: www.vicenzatoday.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *