Questo articolo è stato letto 5 volte

Pistoia – Tutela degli spazi pubblici: inasprite le sanzioni per le violazioni che compromettono la civile convivenza

spazi-pubblici-pistoia
spazi-pubblici-pistoiaProsegue l’impegno del Comune per tutelare la serena e civile convivenza in città e salvaguardare la corretta fruibilità degli spazi pubblici. A tale scopo, l’Amministrazione ha deciso di rideterminare gli importi delle sanzioni relative al Regolamento in materia di convivenza nell’ambito del territorio comunale. In particolare, le tipologie di violazioni su cui si è andati a intervenire, nel caso in cui si verifichi una violazione, riguardano le disposizioni relative alla sicurezza urbana e alla pubblica incolumità, all’igiene e al decoro pubblico, alla quiete e alla disciplina dei mestieri.
La rideterminazione degli importi delle sanzioni per tutelare la civile convivenza si pone in linea con le molteplici azioni già intraprese dal Comune per incentivare la diffusione di un senso civico volto al rispetto dell’ambiente, del decoro urbano e di una corretta gestione delle aree pubbliche. Tra le azioni già attuate, l’inasprimento delle sanzioni per i conferimenti abusivi e i reati ambientali, frutto di un lungo periodo di monitoraggio effettuato anche tramite videocamere e che oggi prosegue e sarà intensificato.
 
In dettaglio quanto aumentano gli importi delle sanzioni
L’importo per le violazioni in materia di sicurezza urbana e pubblica incolumità (tra cui rientra, tra gli altri, l’obbligo per i detentori di cani di utilizzare il guinzaglio) passa da 50 a 150 euro, mentre in materia di convivenza civile, vivibilità, igiene e pubblico decoro (tra cui il divieto di salire sui monumenti, entrare nei giardini pubblici oltre l’orario di apertura, collocare manifesti, disegni o altro, se non autorizzati, su elementi di arredo urbano oppure effettuare scritte su edifici pubblici e privati) passa da 50 a 120.
Per quanto riguarda la quiete e la tranquillità delle persone (dove rientra il divieto di recare disturbo con rumori e schiamazzi) l’importo della sanzione passa da 50 a 90 euro, mentre in materia didisciplina dei mestieri e delle attività lavorative (che sanziona, tra le altre, l’attività di volantinaggio quando non autorizzata) da 50 arriva a 90 euro.
L’importo per il mancato rispetto di quanto disposto con ordinanze comunali non contingibili passa da 80 a 180 euro e per le ordinanze contingibili da 160 a 360 euro.

Fonte: www.comune.pistoia.it

 

 

 

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *