Questo articolo è stato letto 8 volte

La dura vita del vigile urbano: uno su due ha subito un’aggressione

polizia municipale

polizia municipaleUn vigile su due ha subito un’aggressione durante l’orario di lavoro.
E spesso è dovuto ricorrere all’ospedale per la mancanza dei mezzi di primo soccorso, come dichiara l’86,2% degli agenti intervistati.
Sono solo alcuni dei dati molto pesanti emersi da un sondaggio realizzato dalla UIL sul personale della polizia locale proveniente dalle città di Roma, Milano, Napoli, Palermo e Torino.

E ancora una volta emerge uno spaccato davvero desolante per un corpo (soprattutto quello capitolino) che non riesce a scrollarsi di dosso le molteplici difficoltà che da anni ne stanno minando la solidità.
Andando nello specifico, sono tantissime le mancanze evidenziate dai 2 mila vigili interpellati.
Non ci sono divise, caschi, auto e moto.
Il 58,9% del campione ammette, ad esempio, di non aver mai ricevuto i dispositivi di protezione individuale e nello specifico l’81% riferisce di non aver ricevuto le scarpe di sicurezza e i guanti monouso per interventi di sicurezza, come gli sgomberi dei campi rom o le operazioni di rimozione degli ambulanti abusivi.
Non solo. Quello che preoccupa di più le decine di migliaia di appartenenti al corpo di polizia municipale è il rischio salute nelle grandi città italiane.
Il 74% del campione (3 su 4 quindi) riferisce di avere fastidi dovuti all’inquinamento e in particolare (l’88%) al traffico veicolare.
Lo smog ormai stritola la Capitale (e non solo) quasi tutto l’anno.
E a risentirne sono soprattutto l’apparato respiratorio e i polmoni dei vigili urbani con tantissimi casi acclarati di asma e patologie cardiovascolari.
Da non trascurare anche i malanni muscolo-scheletrici, visto che il 43% dichiara di avere grossi disturbi muscolari.
Sul fronte malattia da evidenziare, invece, che il 42% ha goduto meno di 5 giorni di malattia l’anno.
Davvero un record se si pensa a quanto accaduto a Roma nell’ultimo Capodanno, quando si assentarono contemporaneamente per malattia 767 pizzardoni.
Un’indagine, dunque, che denuncia la totale inadempienza delle Amministrazioni in termini di rispetto ed applicazione della normativa su salute e sicurezza sui luoghi di lavoro e la continua discriminazione delle Istituzioni nei confronti degli uomini della Polizia locale.

Il tutto a pochi mesi dall’inizio del Giubileo della Misericordia voluto da Papa Francesco, quando milioni di pellegrini invaderanno Roma e ad accoglierli ci saranno i soliti i 5900 vigili (erano 6200 un paio d’anni fa), malattie permettendo.

 

 

Fonte: www.ilmessaggero.it

 

 

 

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *