Questo articolo è stato letto 0 volte

Un Agente di Polizia Municipale di Cuneo salva la vita ad un suo collega

agente_pmRiceviamo e pubblichiamo la lettera di Cristian Serale che ringrazia il suo collega Gianfranco Picciolo per averlo prontamente soccorso.

 

 

“Egregio Direttore, spero che Lei possa accogliere, pubblicando, queste mie parole poiché vorrei che il mio pensiero giungesse a coloro cui è destinato e a chiunque possa intendere, apprezzando, quanto è stato fatto.

Mi chiamo SERALE Cristian e sono un Agente della Polizia Municipale di Cuneo.

Durante la giornata del 19 giugno u.s., nell’espletamento di un ordinario turno di servizio, venivo colto da malore improvviso, rovinando a terra e ivi giacevo privo di sensi. Il mio collega di pattuglia, l’Ispettore PICCIOLO Gianfranco, si avvedeva di quanto successo e mi soccorreva immediatamente. Riusciva a indurmi a “riacquistare i sensi” ma mi trovavo in stato confusionale, con scarso equilibrio e incapace di sorreggermi da solo. Ero terrorizzato. Venivo da lui sorretto e caricato in macchina e prontamente trasferito al pronto soccorso di Cuneo, dove venivo affidato alle cure dei sanitari.

Questo è sostanzialmente quanto successo e la conseguenza di tutto ciò è solo un grande spavento.

Ora, mi rendo conto che possa sembrare banale quanto sto scrivendo ma ho il piacere di tradurre per iscritto questo mio pensiero e vorrei poterlo condividere.

Vorrei sentitamente e pubblicamente ringraziare PICCIOLO GIANFRANCO che, aldilà dell’amicizia e del cameratismo che il legame professionale può generare, s’è preso cura di me in modo professionalmente e umanamente impeccabile. A Lui va tutta la mia stima e il mio più profondo ringraziamento.

Vista la circostanza, vorrei anche dedicare un pensiero, sicuramente non secondario, a chi quel giorno era di turno all’ospedale Santa Croce di Cuneo, in particolar modo al Medico che mi ha preso in cura e l’Infermiere che mi ha sottoposto ai vari trattamenti necessari e di cui preferisco non riportare i nomi. Vorrei far loro sapere che attraverso i loro gesti ma soprattutto attraverso i loro occhi ho percepito chiaramente la profonda passione che mettono nel loro mestiere e la vocazione che hanno per lo stesso.

Ringrazio questi uomini e queste donne che riescono a fare la differenza.

Ringrazio Lei stesso signor direttore, per avermi dato la voce per esprimere i miei sentimenti.

 

SERALE Cristian”

 

 

Fonte: www.targatocn.it

 

 

 

 

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *