Questo articolo è stato letto 1 volte

Firenze – Lettera aperta delle Rsu del Comune a sindaco e municipale per capire le mosse sulla sicurezza

municipale-sicurezza

municipale-sicurezzaLe direttive dell’Amministrazione Comunale e del Sindaco in particolare, che questa R.S.U. ha appreso dalla stampa, hanno comportato da parte del Comando di P.M l’adozione del contrasto all’abusivismo commerciale come uno degli obiettivi principali, predisponendo a tal fine servizi che impiegano in modo massiccio il personale della Polizia Municipale.

 

I recenti avvenimenti hanno mostrato, in un crescendo di difficoltà operative l’aumentare dei rischi per gli operatori e le operatrici di P.M. fino a culminare nella giornata di lunedì 22 giugno nell’aggressione con una spranga di ferro a danno di una pattuglia di P.M. sul Ponte Vecchio.  

 

Fatto mai avvenuto precedentemente e che testimonia come nel tempo si sia deteriorato un contesto sociale in cui la cittadinanza soffre e la Polizia Municipale si trova ad operare spesso da sola e sempre in prima linea.

 

Ciò costringe questa R.S.U. a richiedere al Comando l’immediata apertura di un confronto sulle condizioni di sicurezza e pertanto sulle modalità di svolgimento del servizio di cui trattasi. 
Poniamo intanto alcune questioni preliminari: chiediamo di conoscere se il coordinamento con le altre forze di polizia (Carabinieri, P.S., Guardia di Finanza..) di cui il Sindaco ha dato notizia nell’incontro del 19 u.s. sia effettiva e in che cosa si concretizzi; chiediamo anche se c’è l’intenzione di fornire al personale che opera in abiti civili (anche non appartenenti al reparto Sicurezza Urbana) almeno una dotazione adeguata che consenta il porto dell’arma in sicurezza, come già richiesto dagli R.L.S;  chiediamo inoltre di riavviare il percorso di formazione  del personale da troppo tempo interrotto; e poi, consentiteci, che in questa situazione non venga nemmeno riconosciuta  agli operatori“la condizione di rischio” e l’erogazione della relativa indennità contrattualmente prevista, pare davvero una beffa”.

 

Fonte: www.gonews.it

 

 

 

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *