Questo articolo è stato letto 20 volte

La revisione delle macchine agricole e delle macchine operatrici – (G. Carmagnini)

la-revisione-delle-macchine-agricole-e-delle-macchine-operatrici-g-carmagnini.jpg

L’articolo 111 aveva previsto l’emanazione di un decreto ministeriale per disciplinare l’obbligo della revisione delle macchine agricole, che sarebbe dovuta avvenire con cadenze non inferiori a 5 anni; stessa sorte per le macchine operatrici, legate da norme di rinvio alla sorte delle macchine agricole. Tale decreto non era mai stato emanato e, quindi, non vi è mai stato fino ad oggi l’obbligo di revisione né per le macchine agricole, né per le macchine operatrici.
 Dal 19 dicembre 2012, il comma 1 dell’articolo 111 è stato sostituito per effetto del decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito con modificazioni dalla legge 17 dicembre 2012, n. 221. Ai sensi delle nuove disposizioni, il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, con decreto da adottare entro e non oltre il 28 febbraio 2013, avrebbe dovuto disporre la revisione obbligatoria delle macchine agricole soggette ad immatricolazione a norma dell’articolo 110 del codice della strada, al fine di accertarne lo stato di efficienza e la permanenza dei requisiti minimi di idoneità per la sicurezza della circolazione. Con il medesimo decreto avrebbe dovuto  essere disposta, a far data dal 1° gennaio  2014, la revisione obbligatoria delle macchine agricole in circolazione soggette ad immatricolazione, in ragione del relativo stato di vetustà e con precedenza per quelle immatricolate antecedentemente al 1° gennaio 2009. Detti termini sono stati più volte prorogati; ai sensi della legge 27 febbraio 2014, n. 15, recante la conversione con modificazioni del decreto legge 30 dicembre 2013, n. 150, l’emissione della norma di attuazione è stata fissata entro il 31 dicembre 2014 e l’avvio delle operazioni di revisione dovrà avvenire entro il 30 giugno 2015. Successivamente, per effetto del decreto “milleproroghe” per il 2015 (decreto-legge n. 192 del 31 dicembre 2014, convertito nella legge n. 11 del 28 febbraio 2015) l’emissione del suddetto decreto è stata posticipata al 30 giugno 2015, e l’obbligo di revisione per i macchinari immatricolati diverrà effettivo a far data dal 31 dicembre 2015.
Per effetto di tali disposizioni è stato pubblicato il Decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti 20/5/2015 (G.U. 30/6/2015 n. 149), recante “Revisione generale periodica delle macchine agricole ed operatrici, ai sensi degli articoli 111 e 114 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285”.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *