Questo articolo è stato letto 0 volte

Ferrara – Sulle ordinanze estive in materia di sicurezza urbana (consumo e vendita alcol) incombe il ricorso al TAR

vendita-alcolici

vendita-alcoliciGli assessori comunali Aldo Modonesi, Chiara Sapigni e Roberto Serra hanno fatto una breve comunicazione ai giornalisti sulle ordinanze estive in materia di sicurezza urbana recentemente emesse e in vigore dal 29 giugno 2015. “Le ordinanze stanno portando i primi risultati – ha affermato l’assessore alla Sicurezza urbana Modonesi – e nei giorni scorsi sono state date notizie di reato per tre esercizi commerciali (tre del centro storico) e un consumatore nella zona di Oroboni-Porta Catena che hanno venduto o consumato alcolici in orario non consentito dall’Ordinanza. Per tutti è scattata la sanzione. Abbiamo anche positivi riscontri da parte dei cittadini e le autorità competenti proseguono i controlli”. La notizia diffusa oggi dagli assessori comunali riguarda il ricorso presentato dai rappresentanti legali di nove titolari di esercizi pubblici di vicinato (negozi di alimentari) che hanno fatto richiesta di sospensiva al Tribunale Amministrativo Regionale relativamente all'”Ordinanza contingibile e urgente per contrastare l’abuso di alcol nel territorio comunale entro le Mura e nella zona denominata Gad e aree limitrofe alla Stazione”. L’ordinanza,  in vigore dal 29 giugno 2015, pone regole in particolare sugli orari (divieto dalle 22 alle 6), luoghi e modalità di vendita e consumo di alcol. Gli assessori, insieme alla dirigente comunale del Servizio Commercio Evelina Benvenuti, hanno confermato che l’Amministrazione comunale si è attivata, in attesa di ricevere notizie sulle decisioni del Tar. Dai ricorrenti viene contestata la mancanza di “contingibilità e urgenza” della ordinanza.

 

Fonte: www.cronacacomune.it

 

 

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *