Questo articolo è stato letto 4 volte

Otranto – Anticipa il governo e assume i vigili stagionali

vigili_traffico

vigili_trafficoOtranto assume nove vigili stagionali per tre mesi senza attendere la modifica del Decreto Enti locali. Lo ha fatto tramite un’ordinanza contingibile e urgente a firma del sindaco Luciano Cariddi, in attesa che venga ritoccato il 78/2015 relativo agli enti locali, che ha escluso le assunzioni per “qualsivoglia tipologia contrattuale”, comprendendo, così, anche i rinforzi per la polizia locale programmati per l’estate.

Con una lettera al presidente dell’Anci, Piero Fassino, il ministro della Pubblica amministrazione, Marianna Madia, si era già dichiarata favorevole ad una modifica. La necessità di interventi immediati, però, ha reso urgente forzare la mano.

Il Comune di Otranto, ed il sindaco Cariddi, tentano in questo modo di rilanciare la stagione estiva e la situazione dei servizi nella cittadina idrutina. In una lettera firmata dal Comune, Otranto paventa il rischio di trovarsi in difficoltà per colpa del decreto legge 78/2015 che impedirà l’assunzione di nuovi vigili anche a tempo determinato. Si teme un disservizio per la bella stagione. “A fronte del notevole incremento demografico che registriamo sui nostri territori in questo periodo, si rende necessario approntare tutta una serie di servizi per poter garantire un’accoglienza adeguata – scrive il sindaco – In particolar modo, le città turistiche come Otranto, da sempre, fanno leva su un incremento delle forze di polizia municipale ricorrendo a contratti di lavoro stagionali, per poter garantire sicurezza urbana e regolare viabilità nel centro cittadino e lungo le zone litoranee. Ma, a stagione già iniziata, ci siamo ritrovati a dover fare i conti con un provvedimento normativo” il D.L. n. 78/2015, che ha bloccato totalmente le assunzioni dei vigili, anche quelli a tempo determinato”.

Il comma 3 del suddetto decreto dispone, infatti, che fino al completo assorbimento del personale appartenente ai corpi e ai servizi di polizia provinciale nei ruoli degli enti locali con funzioni di polizia municipale, è fatto divieto ai comuni di reclutare personale, con qualsivoglia tipologia contrattuale, da destinare a tali funzioni.

E’ sorto così il problema dell’applicabilità o meno di tale divieto anche alle assunzioni stagionali dei vigili della cittadina pugliese. Dette assunzioni, in realtà, trovano  legittimazione – secondo il sindaco – nell’articolo 208 del Codice della strada che dispone di destinare una quota dei proventi delle sanzioni amministrative pecuniarie proprio alla copertura finanziaria necessaria a garantire forme di contratti di lavoro a tempo determinato e flessibili.

L’amministrazione pugliese, in conclusione, auspica l’emanazione urgente di una circolare con la quale si chiarisca che la previsione di cui al comma 3 dell’articolo 5 del D.L. n. 78/2015 non fa venir meno la possibilità per i comuni di provvedere, ove ne ricorrano le condizioni, alle assunzioni stagionali.

E fa un appello ai parlamentari al fine di adoperarsi quanto prima per sollecitare tale definizione, in modo da non dover correre il rischio che una stagione positiva dal punto di vista delle presenze si tramuti in un boomerang per le città, a causa dei disagi cui non sarebbe in grado di rispondere per la mancanza di personale adeguato.

 

Fonte: www.gdc.ancitel.it

 

 

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *