Questo articolo è stato letto 3 volte

Viareggio – Baldorie, petardi e sassi contro la municipale

lancio-sassi

lancio-sassiL’ennesima conferma che la festa delle Baldorie è stata… tradita. Perché nella notte fra martedì e mercoledì non solo è stata una continua esplosione di petardi e raudi – anche nelle cassette delle lettere – ma c’è addirittura stato un lancio di sassi e di petardi contro le pattuglie della polizia municipale intervenute nella zona del Varignano dove, in un campo, era stato allestito un maxi-falò che stava diventando sempre più pericoloso visto che nessuno aveva pensato (come in passato) di bagnarlo preventivamente. Morale della favola: gli agenti vista la malaparata hanno preferito fare dietrofront anche se poi nella zona sono intervenute anche le volanti del commissariato. Nessuno degli agenti della polizia municipale è rimasto ferito ma sono comunque in corso gli accertamenti per arrivare all’identificazione dei «balilla» che hanno lanciato gli oggetti contro le forze dell’ordine. «Molti sono minorenni» è la voce circolata per tutta la mattina visto che qualcuno ha avuto anche l’idea di andarsi a vantare per quello che era accaduto. Gli autori del lancio di sassi e di petardi rischiano la denuncia a piede libero.

Ma in altre zone della città c’è stato l’intervento dei vigili del fuoco che hanno dovuto fare i conti con cassonetti incendiati piccoli falò lasciati decantare na pur sempre pericolosi per il reverbero delle fiamme. Insomma niente a che vedere con la tradizione del passato sulla quale si sono culluti i ricordi di molte generazione di viareggini, visto che la baldoria era essenzialmente composta da aghi di pino e da cassette di legno. «Si cominciavano a portare le balle di pinugliori – ricorda il professor Franco Anichini nel suo ‘Le baldorie-Ricordi di un bamboretto viareggino’ – e si iniziava ad ammucchiafrli formando una catasta a forma conica simile ad un pagliaio. Le nostre baldorie, per tradizione, dovevano essere costituite da soli pinugliori, solo in casi eccezionali veniva accettata qualche cassetta di legna per la frutta. A volte, in cima alla baldoria, veniva messo un fantoccio di cencio tipo uno spaventapasseri o anche una vecchia granata rivolta verso l’alto». Altri tempi: dei petardi neppure una traccia…

 

Fonte: www.lanazione.it

 

 

 

Fonte:

One thought on “Viareggio – Baldorie, petardi e sassi contro la municipale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *