Questo articolo è stato letto 0 volte

Prato, polizia municipale sequestra ditta fantasma

Nel soppalco dell’immobile dieci camere da letto e una cucina con fornelli alimentata da GPL

La Polizia Municipale ha sequestrato questa mattina un laboratorio al Macrolotto Due.

Il capannone risultava affittato dal 2006 ad una ditta chiusa dal 2012. In realtà, dagli accertamenti è emerso che il proprietario riscuoteva l’affitto da un altro soggetto: un’attività imprenditoriale per la produzione di abbigliamento pronto-moda, peraltro mai registrata alla Camera di Commercio.

All’interno una dozzina di persone, tutte di nazionalità cinese, lavoravano in pessime condizioni igienico-sanitarie e senza alcuna misura di prevenzione antincendio ed antinfortunistica. Nessuno degli operai, inoltre, risultava assunto.

L’immobile presentava un soppalco lungo l’intera parete perimetrale destra per una superficie complessiva di circa 130 mq. adibito ad uso residenziale. Si trattava praticamente di un vero e proprio grande appartamento su due livelli con una cucina dotata di tutto l’occorrente, compresi fornelli alimentati da GPL, e dieci camere da letto.

Gli Ispettori del Lavoro hanno sospeso l’attività imprenditoriale.

Sono stati, inoltre, confiscati i macchinari e una gran quantità di merce, sopratutto ritagli di lana e viscosa per la realizzazione di cappotti. Impossibile al momento risalire al committente.

 

Fonte: iltirreno.gelocal.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *