Questo articolo è stato letto 0 volte

Reggio Emilia, venditori abusivi in fuga, false griffe sotto sequestro

Prada, Chanel e Michael Kors. Marchi prestigiosi che erano stati contraffatti, venduti abusivamente per le strade del centro storico. Sono gli esiti di due operazioni anti-abusivismo commerciale che sono state condotte nei giorni scorsi dalla polizia municipale di Reggio Emilia, nell’ambito di un piano di pattugliamento del centro storico.

Due i luoghi finiti soprattutto nel mirino degli agenti, che hanno condotto i loro controlli anti-contraffazione sia sotto i centralissimi portici di via Emilia San Pietro che in via San Carlo, nella zona del mercato. In totale, la polizia municipale ha sequestrato quattordici borse, tutte con i marchi contraffatti di “Prada”, “Chanel” e “Michael Kors”.

I controlli e gli interventi della municipale sono scattati nelle giornate di sabato 10 e martedì 13, cioè nei giorni in cui si registra solitamente il maggior passeggio in centro storico. Gli stessi giorni che, generalmente, richiamano per le strade del centro anche un maggior numero di venditori abusivi.

Gli agenti hanno notato che un ragazzo si era piazzato tra via Emilia San Pietro e via Giorgione. Contando probabilmente di nascondersi tra le colonne dei portici per non essere scoperto, il giovane non è riuscito a togliere del tutto il telo che aveva steso a terra. E proprio il telo ha destato l’attenzione della municipale, che si è avvicinata per vederci chiaro. Di fronte agli agenti, il giovane si è dato alla fuga. Ma nella fretta di allontanarsi ha lasciato a terra quattro borsette, tutte con false griffe.

Un’operazione-fotocopia è stata condotta dagli agenti anche martedì 13, questa volta al mercato di via San Carlo. Anche in questo caso il venditore abusivo ha cercato di nascondere la merce, senza però riuscire a toglierla del tutto dalla strada. A rimanere a terra, in questa seconda operazione, sono state undici borse, tutte con marchi contraffatti. I venditori abusivi, alcuni ragazzi di origine non europea, temendo di incorrere in guai giudiziari si sono dati al fuga, riuscendo a mescolarsi fra la folla.

 Gli interventi degli agenti della polizia municipale rientrano nell’ambito di una specifica programmazione di servizi finalizzati a reprimere sul campo il fenomeno del commercio abusivo.

La merce falsificata è stata consegnare all’autorità giudiziaria.

 

 

Fonte: gazzettadireggio.gelocal.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *