Questo articolo è stato letto 14 volte

DISTURBO DELLA QUIETE – Le immissioni sonore costituite da musica ad alto volume e altri schiamazzi clamorosamente eccedenti la normale tollerabilità in orario serale e notturno fanno scattare il risarcimento per la mera lesione del diritto al riposo notturno – Corte di Cassazione civile, 16/10/2015

disturbo-della-quiete-le-immissioni-sonore-costituite-da-musica-ad-alto-volume-e-altri-schiamazzi-clamorosamente-eccedenti-la-normale-tollerabilit-in-orario-serale-e-notturno-fanno-scat.jpg

Vedi il testo della sentenza

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *