Questo articolo è stato letto 2 volte

Droni, un occhio dal cielo per vigili urbani e metronotte

Arriva una vera rivoluzione per vigili urbani e polizie locali di tutta Italia. Presto, le singole pattuglie potranno essere dotate di piccoli droni, capaci di effettuare riprese aeree di altissima qualità. saranno utilizzati, ad esempio, per i controlli contro l’abusivismo edilizio, oppure negli accertamenti per gli incidenti stradali, o anche per la sorveglianza del territorio e dell’ambiente. Sono stati proprio pensati per queste esigenze i due microdroni, del peso di solo 300 grammi, che saranno presentati in esclusiva a “Sicurezza 2015”, la fiera di riferimento in Italia per i settori security e fire prevention, che si svolgerà a Fiera Milano Rho dal 3 al 5 novembre (padiglioni 22-24). Nell’ambito della manifestazione, organizzata da Fiera Milano, sarà anche possibile visitare un’area dedicata ai droni, denominata “Sicurezza Drone Expo”, che vedrà la presenza di alcune tra le maggiori aziende italiane specializzate in questo settore. Per le polizie locali e anche per gli operatori degli istituti di vigilanza, oltre ai droni sono già pronti appositi corsi di formazione di livello universitario sull’utilizzo di queste nuove macchine volanti.

 

I due microdroni che saranno svelati a “Sicurezza 2015” sono entrambi dei quadricotteri dotati di videocamera: a differenza di macchine di maggiori dimensioni, questi droni da 300 grammi hanno la caratteristica di poter operare su aree urbane e anche di poter sorvolare le persone, grazie all’estrema leggerezza che li rende praticamente inoffensivi. Il primo si chiama “X300B” ed è stato sviluppato dalla start-up bergamasca DX Drone. Ha ottenuto il riconoscimento dall’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile (ENAC) ed è stato già adottato dall’operatore ligure Volorama. L’altro microdrone si chiama “Ez-Fly”, sarà presentato a Milano dal Gruppo Securitas, il primo istituto di vigilanza in Italia che ha creduto nell’impiego dei droni, ed è stato sviluppato dalla società romana ADPM. Nell’ambito della fiera milanese, la Link Campus University, ateneo romano con lunga esperienza nelle tematiche sulla security, presenterà inoltre un apposito corso di alta formazione professionale (della durata di 105 ore), che consentirà ad agenti e funzionari delle polizie locali di acquisire le competenze necessarie per il pilotaggio di un drone e anche per il suo impiego nel contrasto dell’abusivismo edilizio e nel controllo del territorio.

 

L’area espositiva di “Sicurezza Drone Expo” sarà una collettiva, organizzata dalla società romana Mediarkè con la collaborazione della testata specializzata S News, a cui parteciperanno aziende italiane che producono droni o che rappresentano grandi produttori internazionali, oltre a scuole di formazione per i piloti, associazioni e manifestazioni specializzate. Tra le imprese, saranno presenti i seguenti marchi: ADPM, AprFlyTech, DJI, DX Drone, Elite Consulting, Gruppo Securitas, Link Campus University. Vi saranno anche gli stand del salone Roma Drone Expo&Show e dell’European Drone Pilots Association (EDPA). Ospiti di altri espositori della fiera “Sicurezza 2015”, inoltre, saranno pure presenti AiViewGroup e Skyrobotic. I droni saranno infine protagonisti nello stand della Croce Rossa Italiana, che allestirà anche una speciale “fly area”, un’arena gonfiabile, in cui sarà possibile effettuare voli dimostrativi di droni multirotori.

 

Il programma di “Sicurezza 2015” prevede infine due convegni dedicati all’impiego dei droni per la security, organizzati da Roma Drone Expo&Show e da S News. Il primo convegno si svolgerà il 3 novembre (ore 11) sul tema: “Droni per l’emergenza sicurezza in Italia: controllo dell’immigrazione clandestina, homeland security, indagini per il contrasto della criminalità e intelligence anti-terrorismo”. Il secondo convegno è previsto invece il 4 novembre (ore 14) sul tema: “Droni per la polizia locale e la vigilanza privata: stato dell’arte e prospettive dell’utilizzo degli APR per il controllo del territorio”.

 

Fonte: www.iltempo.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *