Questo articolo è stato letto 0 volte

Lucca – Insegue un giovane con l’auto dopo una lite e lo investe: arrestato

Aveva travolto con la sua auto un giovane magrebino su un marciapiede, dandosi poi alla fuga. E’ terminata con l’arresto la corsa di un giovane altopascese, 20 anni, bloccato dalla polizia municipale di Altopascio con l’accusa di lesioni personali aggravate. La vicenda risale a ieri: intorno alle 13 nel centro di Altopascio si accende una vivace discussione tra due cittadini magrebini e un giovane altopascese che richiama l’attenzione dei passanti. Nel corso della discussione i due si sono allontanati ed è a questo punto che l’altopascese si è diretto verso la propria auto, è salito a bordo e a forte velocità ha iniziato ad inseguire i due magrebini che, impauriti, hanno iniziato a correre lungo la strada. L’inseguimento è durato qualche decina di secondi, fino a quando i due, che continuavano a correre lungo il marciapiede cercando di scappare all’inseguitore, sono stati raggiunti dall’auto che non esitava, accelerando, a salire sul marciapiede e a continuare nell’intento di investirli.

Dopo aver abbattuto la segnaletica stradale e aver percorso alcune decine di metri sul marciapiede, l’altopascese ha investito uno dei due fuggitivi lasciandolo ferito a terra e dandosi alla fuga. Sul posto è intervenuta una pattuglia di pronto intervento della Polizia Municipale altopascese che, sentite le testimonianze di alcune persone che avevano assistito increduli all’inseguimento hanno individuato l’autore del volontario investimento, intercettandolo subito e fermandolo. Il magrebino, rimasto a terra ferito, è stato portato all’ospedale di Lucca dove è stato curato per le lesioni patite. Dopo il fermo del giovane altopascese e aver prestato soccorso al ferito, la Polizia Municipale di Altopascio ha svolto precise indagini per ricostruire la completa dinamica dei fatti.

Tutti i riscontri hanno confermato che non si è trattato di un incidente stradale ma bensì di un vero e proprio regolamento di conti maturato nell’ambito dell’uso di sostante stupefacenti con la piena volontà di provocare lesioni utilizzando l’autovettura come una vera è propria arma atta ad offendere. Un a volta ricostruita l’esatta dinamica il giovane è stato arrestato e messo a disposizione dell’autorità Giudiziaria. Il sindaco di Altopascio Maurizio Marchetti si è complimentato con il comandante della polizia municipale Domenico Gatto: “Ancora una volta gli agenti altopascesi dimostrano qualità investigativa e prontezza operativa. Continuiamo a privilegiare la sicurezza delle persone e delle cose alla realizzazione di qualche multa in più, che farebbe bene alle casse comunali ma che renderebbe meno sicuri gli altopascesi. Una precisa scelta amministrativa che ci ha permesso di prevenire e reprimere molti reati”.

Fonte: www.lanazione.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *