Questo articolo è stato letto 10 volte

PARCHEGGIO – Violazione dell’articolo 7 c.d.s., per il mancato pagamento della somma prevista per la sosta in apposita area di parcheggio. Necessaria la querela di falso per scardinare l’efficacia dell’accertamento effettuato dal pubblico ufficiale – Corte di Cassazione, 22 ottobre 2015

parcheggio-violazione-dellarticolo-7-c-d-s-per-il-mancato-pagamento-della-somma-prevista-per-la-sosta-in-apposita-area-di-parcheggio-necessaria-la-querela-di-falso-per-scardinare-le.jpg

La Suprema Corte afferma che la mancata esposizione del titolo di parcheggio è un fatto oggetto di percezione statica (né il veicolo né i verbalizzanti sono in movimento all’atto dell’accertamento), sicché il relativo metro di rilevazione non è in alcun modo influenzato da margini d’apprezzamento sensoriali formatisi repentinamente e non più verificabili con la dovuta accortezza.

Vedi il testo della sentenza

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *