Questo articolo è stato letto 0 volte

Prato – Sequestrata un’intera bidonville vicino il quartiere Chinatown

La polizia municipale ha sequestrato una intera bidonville nel quartiere adiacente alla Chinatown di Prato. Nascosta da una recinzione e da un cancello, è stata individuata un’area a verde di pertinenza di un complesso immobiliare usato da una ditta di confezione abbigliamento pronto moda, nella quale la titolare dell’impresa aveva fatto installare una casa mobile utilizzata come cucina e dormitorio con annesse verande utilizzate come refettorio e dispensa. Nelle vicinanze del manufatto era presente una struttura su due livelli utilizzata impropriamente come alloggio per i lavoranti, alcuni dei quali clandestini. Le condizioni igienico-sanitarie sono apparse pessime non solo per lo stato d’uso ed il tipo di manufatti installati ma anche per la presenza di sporcizia e rifiuti sparsi ovunque. E’ stato rinvenuto anche un gabinetto esterno in uso ai fruitori del ‘campeggio abusivo’. La polizia municipale ha sequestrato l’intero complesso composto dal laboratorio realizzato in una tettoia abusivamente tamponata, una casa trasformata in un ostello con tredici camerette di cui sette al piano sottotetto con ingresso da botola esterna, e lo spazio a verde circostante adibito a campeggio abusivo oltre ad evidenziare la mancanza di misure di prevenzione in materia antincendio ed antinfortunistica. Sequestrati anche una cinquantina di macchinari azionati nel mancato rispetto delle norme. La titolare della ditta, una donna cinese, è stata denunciata.

 

 

Fonte: www.gonews.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *