Questo articolo è stato letto 7 volte

ZTL – Permesso di circolazione e sosta – Trovare occupati gli stalli destinati a parcheggio in aree riservate, non attribuisce ai privati, rimasti insoddisfatti nelle loro legittime aspettative, il diritto di parcheggiare in zone dove c’è il divieto di sosta o di fermata.

ztl-permesso-di-circolazione-e-sosta-trovare-occupati-gli-stalli-destinati-a-parcheggio-in-aree-riservate-non-attribuisce-ai-privati-rimasti-insoddisfatti-nelle-loro-legittime-aspettative-il-di.jpg

Il Caso: due cittadine chiedono che il Comune venga condannato al risarcimento dei danni a titolo di culpa in eligendo e culpa in vigilando per non aver esperito i dovuti controlli sull’attività della Polizia municipale in relazione al rispetto dei divieti di transito e di sosta in determinate aree del territorio comunale. A supporto della domanda sostengono che, pur essendo titolari di regolare permesso di sosta in zona riservata ai residenti, i posti loro destinati per il parcheggio erano sempre occupati, per cui le stesse si erano viste costrette a parcheggiare in altre zone con divieto, dovendo pagare le conseguenti sanzioni amministrative.

La Suprema Corte afferma che il riconoscimento ai privati di un determinato interesse legittimo, qual è quello di circolare e sostare in zone a traffico limitato, non attribuisce agli stessi – ove il concreto esercizio della prerogativa di cui sono titolari non sia esercitabile – il diritto di agire indiscriminatamente anche in violazione delle normali regole di circolazione. In altri termini, il fatto di trovare occupati gli stalli destinati a parcheggio in aree riservate non attribuisce ai privati rimasti insoddisfatti nelle loro legittime aspettative il diritto di parcheggiare in zone dove c’è il divieto di sosta o di fermata.

Vedi il testo della sentenza

 

PRONTUARIO DELLE VIOLAZIONI AL CODICE DELLA STRADA
II Edizione aggiornata alla legge 29 luglio 2015, n. 115

Prontuario pratico-operativo corredato di note comportamentali, riferimenti giurisprudenziali, schemi operativi e tabelle sanzionatorie per la rapida individuazione ed applicazione delle sanzioni del codice della strada.

Servizi collegati:
– la APP per consultare il Prontuario
versione on line del Prontuario: www.prontuariocodicedellastrada.it

Per maggiori informazioni >CLICCA QUI<

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *