Questo articolo è stato letto 1 volte

Aggressioni e lesioni alla Polizia Municipale nella provincia di Napoli

“In una sola settimana si è assistito nella provincia di Napoli a due gravi aggressioni nei confronti degli appartenenti alla Polizia Municipale durante l’espletamento del proprio servizio, a cui va tutta la nostra solidarietà.” Dichiara Maria Uccello,Coordinatore provinciale Cisl fp Area metropolitana Napoli.

“Per i fatti avvenuti a Torre del Greco avevamo inviato una nota al Prefetto di Napoli al fine di un Suo autorevole intervento, quale Rappresentante del Governo, Autorità Provinciale dell’O.P. e della Sicurezza e Autorità locale di Pubblica Sicurezza.

Purtroppo, però, abbiamo dovuto assistere ancora ad un’aggressione nei riguardi della Locale. Questa volta nel comune di  Portici agenti,  durante l’espletamento di servizi di viabilità, sabato 12 dicembre in pieno centro, sono stati aggrediti con derivanti lesioni personali”

“Non vogliamo che la sicurezza di coloro i quali sono chiamati ogni giorno a garantire la civile convivenza e l’ordine resti nel silenzio delle cronache quotidiane, ma vogliamo che sia data giustizia, innanzitutto, alle vittime cadute nell’espletamento del proprio dovere, così come ad inizio di questo mese a livello nazionale abbiamo nuovamente rappresentato al Governo centrale, ma anche porre rimedio alla discriminazione inaccettabile sul riconoscimento della causa di servizio e l’equo indennizzo”. Prosegue laSindacalista.

“Agli agenti e ufficiali di polizia locale, infatti, in seguito all’entrata in vigore del D.L. 201/2011, non vengono più riconosciuti, a differenza degli altri corpi di Polizia dello Stato, i benefici dell’equo indennizzo e della causa di servizio, dunque, per coloro che subiscono lesioni, durante l’espletamento del proprio dovere, lasciandoli senza alcuna forma di tutela,oltre il danno anche la beffa.”

“Chiediamo, perciò, ancora una volta e con forza un intervento del Prefetto e di tutte le forze politiche sul territorio napoletano al fine di farsi garanti a livello nazionale e locale di interventi urgenti a garanzia e tutela della sicurezza degli operatori e per ripristinare il senso di legalità ed il comune dovere del rispetto delle leggi.” Conclude MariaUccello.


Fonte: www.reportweb.tv

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *