Questo articolo è stato letto 8 volte

Sicurezza sulle strade, controlli ad armi spuntate

Polizia_Municipale_controlli-notturni

Polizia_Municipale_controlli-notturniPochi controlli in strada per la guida alterata dalla droga con sostanziale impunità per i veicoli stranieri che sfrecciano sotto agli strumenti automatici. Possibilità di scambiare punti patente in cambio di denaro ed evidente difficoltà per i vigili impegnati in città nell’attività di contrasto delle condotte di guida più temerarie. Sono questi i problemi più caldi in materia di sicurezza della circolazione che dovrà tentare di risolvere il legislatore nei prossimi mesi, a maggior ragione dopo l’imminente approvazione definitiva dell’omicidio stradale.

La questione della guida alterata dalla droga soffre di una fondamentale carenza operativa. La mancanza di uno strumento omologato come l’etilometro per il controllo stradale dell’alterazione. In buona sostanza la polizia stradale non riesce agevolmente a sottoporre numerosi conducenti ai controlli per verificare lo stato di alterazione da sostanze stupefacenti sia perché la normativa è molto garantista, richiedendo comunque la partecipazione di un sanitario, sia perché a oggi la strumentazione esistente non è adeguata. In caso di positività a un primo controllo stradale occorre infatti trasferire l’automobilista in una struttura sanitaria in grado di attivare compiutamente tutti i protocolli di rito. Di fatto queste complessità operative disincentivano il controllo stradale delle droghe risultando molto più efficace per gli organi di controllo utilizzare l’etilometro identificando immediatamente i soggetti alterati dall’alcol. Anche se sull’etilometro si sono infatti recentemente aperte delle valutazioni critiche sull’affidabilità dello strumento, di certo misurare la concentrazione di alcol nel sangue è molto più facile che non ricercare tipologie spesso sconosciute di sostanze stupefacenti. Per quanto riguarda i veicoli stranieri in circolazione in Italia la questione dell’impunità riguarda soprattutto le multe notificate per posta, ovvero senza fermo immediato del conducente.

Fonte: www.italiaoggi.it

 

 

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *