Questo articolo è stato letto 0 volte

Modena: ferita agente della Municipale, arrestato un attivista

Un attivista del Guernica è stato denunciato a piede libero e un altro arrestato per aver opposto resistenza e procurato lesioni a un agente dalla Polizia municipale di Modena nel pomeriggio di oggi, mercoledì 20 gennaio. L’agente ferita, che pare abbia riportato una lussazione della spalla ma la diagnosi non è definitiva, è ora ricoverata al Pronto soccorso, mentre un altro agente è stato spinto a terra.

I fatti sono accaduti verso le 15 quando gli operatori della Municipale si sono recati in via Bonacorsa per rispondere a una chiamata di personale dell’Ateneo che avvertiva rumori attestanti presenze nei locali dell’ex archivio universitario. Giunti sul posto, sono state le stesse famiglie che effettivamente occupavano i locali ad aprire le porte affacciate sul corridoio interno, senza opporre alcun tipo di resistenza ai controlli. Mentre gli agenti procedevano alle verifiche dei documenti identificativi, collocandosi nell’androne di ingresso dello stabile, si sono introdotti nello stesso spazio un numero prima contenuto e poi sempre più consistente di persone appartenenti al gruppo, che si definisce anarchico, Guernica che hanno dapprima manifestato il loro dissenso per quanto stava avvenendo con provocazioni verbali a cui gli agenti non hanno in alcun modo reagito, e poi hanno spinto fuori dall’edificio gli operatori della Municipale buttandone a terra uno e aggredendone un altro. Sul posto si sono immediatamente recate altre pattuglie della Polizia municipale e gli uomini della Digos.

Due persone del gruppo Guernica sono state condotte al Comando della Municipale. Per E. S. del ’63, nato a Modena, è scattata una denuncia a piede libero per rifiuto di dare le proprie generalità e resistenza a pubblico ufficiale. L.C. nato a Modena nel ‘95 è stato invece arrestato, per lui, oltre al rifiuto di dare le generalità e resistenza, l’accusa è anche di lesioni a pubblico ufficiale.

 

Fonte: www.bologna2000.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *