Questo articolo è stato letto 1 volte

Tenta di ottenere la residenza con documenti falsi: arrestata una 50enne

E’ stato invano, il tentativo intrapreso da una 50enne di origine ucraine, per l’ottenimento all’iscrizione anagrafica nella città di Treviso. La donna, non facendo i conti con l’attività di controllo documentale della polizia locale, al momento della consegna della domanda avrebbe presentato una carta d’identità falsa. Annualmente sono oltre sei mila le richieste anagrafiche che sopraggiungono ai servizi demografici trevigiani, ai quali sistematicamente vengono fatti tutti gli accertamenti prima del rilascio dell’iscrizione.

Gli agenti nei giorni scorsi, si sono così recati presso l’abitazione della donna dove, con strumentazione specifica al controllo documentale, hanno accertato che la carta d’identità rumena esibita era falsa. La signora, immediatamente arrestata, è stata accompagnata dalla polizia locale al tribunale di Treviso per lo svolgimento del processo per direttissima. Il giudice ha successivamente confermato l’arresto della donna per possesso di documento falso valido, complimentandosi con la polizia locale per l’attività d’indagine svolta, contributo importante alla sicurezza dei cittadini.

 

Fonte: www.trevisotoday.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *