Questo articolo è stato letto 2 volte

Ivrea – La Polizia Municipale sgomina banda dedita a furti di rame

La Polizia Municipale di Ivrea, a conclusione di complesse indagini durate più di un anno, all’alba di oggi, su mandato della locale Procura della Repubblica, ha eseguito l’ordinanza di applicazione delle misure cautelari nei confronti di tre soggetti, C. G., C. G. e A. C., responsabili di una serie di furti di rame, tra i quali quello perpetrato la scorsa estate ai danni dello stadio comunale G. Pistoni.

Con l’ordinanza in oggetto il Giudice per le Indagini Preliminari, dott. Alessandro Scialabba, ha disposto infatti gli arresti domiciliari per uno dei tre indagati e l’obbligo di dimora per gli altri due, persone tutte residenti in zona, a vario titolo coinvolte negli episodi delittuosi al vaglio degli inquirenti.

La banda era solita operare ad Ivrea e nei comuni limitrofi, ma anche in zone più lontane, tra le quali la provincia di Parma, asportando il prezioso metallo da abitazioni private, spesso isolate o abitate soltanto in alcuni periodi dell’anno, da capannoni industriali e da edifici e installazioni pubbliche, quali appunto lo stadio comunale eporediese.

Le indagini sono state condotte dalla Polizia Municipale di Ivrea, sotto la direzione della Procura della Repubblica, nella persona del Sostituto Procuratore dott.ssa Chiara Molinari, mediante attività di appostamento e pedinamento, analisi dei tabulati telefonici e utilizzo di sistemi di rilevazione satellitare gps, avvalendosi inoltre della preziosa collaborazione della Polizia Municipale di Borgo Val di Taro (Pr) e del Nucleo Investigazioni Scientifiche e Tecnologiche della Polizia Municipale di Torino.

L’attività d’indagine ha infine permesso di portare alla luce il fenomeno criminoso e, perseguendone i responsabili, di smantellare il pericoloso sodalizio attivo da tempo nel nostro territorio e responsabile di numerosi furti ai danni della collettività.

Un particolare apprezzamento per la riuscita dell’operazione viene espresso dal Sindaco Carlo Della Pepa. “Si è trattato di una indagine particolarmente difficile per il buon esito della quale è stato determinante il lavoro, coordinato dalla Procura di Ivrea, condotto in perfetta sinergia da quanti sono stati direttamente impegnati in una attività estremamente delicata. A quanti in questi mesi hanno operato con alta professionalità ed estrema competenza va non solo il mio personale ringraziamento ma anche quello dell’intera collettività, più volta colpita negli ultimi tempi da tale attività criminosa”.

Fonte: www.obiettivonews.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *