Questo articolo è stato letto 0 volte

Patente limitata con apnee notturne

Patenti di guida a durata limitata per gli autisti che soffrono di apnee ostruttive notturne. Ogni caso, però, dovrà essere valutato singolarmente dai medici seguendo un iter rigoroso per accertare l’idoneità alla guida. Lo prevede il decreto 3 febbraio 2016 del ministro della salute, che contiene gli indirizzi medico-legali per il rilascio e il rinnovo della patente di guida ai soggetti affetti da apnee ostruttive notturne. Il provvedimento del ministero della salute, che è in attesa di pubblicazione sulla G.U., è stato adottato in relazione al recente decreto del ministero delle infrastrutture e dei trasporti del 22 dicembre 2015 (in G.U. del 13/1/2016), che ha recepito la direttiva 2014/85/Ue.

Il decreto del Mit del 22 dicembre scorso ha introdotto importanti limitazioni per i candidati o i conducenti che soffrono di disturbi del sonno causati dalla sindrome da apnea ostruttiva notturna, vietando il rilascio o il rinnovo della patente di guida qualora la patologia sia tale da determinare una grave sonnolenza diurna, con accentuata riduzione delle capacità dell’attenzione non adeguatamente controllate con le cure mediche prescritte. Se la sonnolenza diurna dovuta alle apnee notturne ostruttive è assente o di lieve entità, il medico di cui all’art. 119, co. 2, del codice della strada certifica l’idoneità alla guida.

Fonte: www.italiaoggi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *