Questo articolo è stato letto 0 volte

Pronta l’istanza blocca ganasce

Un’istanza a Equitalia e il veicolo sottoposto a fermo amministrativo può tornare a circolare. Non si tratta di una cancellazione delle ganasce fiscali, che può avvenire solo una volta completato il pagamento del dovuto, ma di una sospensione del fermo che avrà però il medesimo effetto: quello di consentire al contribuente di poter utilizzare il proprio veicolo. La procedura, contenuta nella circolare n. 105 di Equitalia, diventerà operativa da lunedì prossimo e riguarda coloro che accedono a un piano di dilazione concesso dall’agente della riscossione a far data dal 22 ottobre 2015.
Il dlgs n. 159/2015 ha infatti modificato l’articolo 19, comma 1-quater del dpr n. 602/1973, stabilendo che per i piani accordati a partire da tale data l’agente non può iscrivere ipoteche o fermi a carico di chi ottiene la rateazione. Facendo salve, tuttavia, le misure cautelari già adottate fino al momento di concessione del beneficio (si veda ItaliaOggi del 21 novembre 2015). Tale previsione avrebbe potuto comportare una disparità di trattamento tra contribuenti che versano in situazione analoghe: chi rateizza senza essere stato raggiunto da alcuna misura cautelare avrebbe potuto continuare a usare normalmente i propri veicoli (fermo restando, naturalmente, l’accoglimento dell’istanza e il pagamento puntuale della prima rata); chi invece aveva già sulle spalle le ganasce, pur rateizzando, si sarebbe ritrovato a fare i conti con il fermo fino alla completa estinzione del debito per un periodo variabile fino a sei anni, nonostante il divieto per gli agenti di portare avanti ulteriori azioni di riscossione forzosa.

 

 

Fonte: www.italiaoggi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *