Questo articolo è stato letto 3 volte

Una pistola puntata contro, il sangue freddo di un vigile. La mattina di follia all’Antella

La foto che vedete qua sopra, estratta da un fotogramma del video girato dalla telecamera a bordo del mezzo della polizia municipale di Bagno a Ripoli, ritrae esattamente il momento in cui, alle 11.28, è iniziata una vera e propria mattinata di follia all’Antella.

Una mattinata che si è chiusa con la denuncia dell’uomo (un 40enne di Antella) che, nell’auto, brandisce una pistola (nel tondo a sinistra).

E che non ha avuto risvolti drammatici soprattutto grazie al sangue freddo dell’agente della polizia municipale che vedete nel tondo a destra.

Il quale, una volta affacciatosi al finestrino dell’auto, si è visto puntare contro la faccia la pistola. Non poteva certo sapere, come poi è stato appurato a fine mattinata, che la pistola era ad aria compressa e faceva parte di una “collezione” incredibile (pistole e fucile).

In una frazione di secondo il vigile ha estratto la pistola d’ordinanza. Ma poi ha capito che lì, nel centro del paese, mentre tutto intorno era il fuggi fuggi generale, il rischio era troppo elevato. Si è fatto da parte, l’uomo sull’auto è ripartito. Ed è iniziata la caccia.

Conclusa, appunto, con la casa del 40enne circondata. L’arrivo dei nuclei speciali dei carabinieri. L’uso della forza per calmare l’uomo e portarlo in ospedale per controlli. Poteva davvero succedere di tutto: alla fine è andata bene.

Fonte: www.gazzettinodelchianti.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *