Questo articolo è stato letto 2 volte

Vigili urbani con divise “fuorilegge”

vigili-urbani-con-divise-fuorilegge.jpg

Udine. Vigili urbani con le divise “sbagliate”. Udine in regione «è fra gli ultimi della classe. La maggior parte dei comuni le ha già cambiate dopo l’entrata in vigore delle nuove regole regionali. Lo hanno fatto Trieste, Pordenone, Gorizia. A Udine sono in ritardo almeno di un anno. Non si capisce perché».
Il grillino Fleris Parente ne ha fatto materia di un question time (sottoscritto anche da altri colleghi di minoranza) e in consiglio chiederà ragione al sindaco e alla giunta, anche per sapere «quando si prevede verrà fornito l’intero vestiario agli agenti della Polizia locale di Udine», visto che «lo stanziamento a bilancio è del novembre 2014». Parente cita le poste messe nell’assestamento, che prevedeva «230mila euro per il 2015 e 130mila per il 2016» proprio per comprare le divise. Invece, «fino ad ora sono state sostituite solo le calzature». «Il comandante Bedessi ha fatto quello che doveva – aggiunge -, è l’amministrazione che è in ritardo».
L’assessora Cinzia Del Torre spiega: «Le divise non sono ancora state tutte cambiate con la nuova foggia imposta dalla Regione perché la procedura non è così banale. C’è una gara in corso e ci sono stati dei ritardi. Adesso sono arrivate tutte le scarpe nuove e gli agenti hanno fatto delle prove per le misure delle nuove divise. Ma una cosa è avere il nuovo modello, un’altra il cambio dei pantaloni lisi. La sostituzione dei capi per usura è stata fatta a chi l’ha chiesta, senza fare grande scorta, però, perché comunque il vestiario andrà tutto cambiato».

Fonte: www.ilgazzettino.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *