Questo articolo è stato letto 1 volte

Rifiuti – la lotta allo spreco entra nel vivo con la rete dei sindaci sprecozero.net

rifiuti-la-lotta-allo-spreco-entra-nel-vivo-con-la-rete-dei-sindaci-sprecozero-net.jpg
E’ online il portale www.sprecozero.net dedicato allo scambio delle “buone pratiche” tra amministratori locali, per contrastare efficacemente lo spreco non soltanto alimentare ma idrico, farmaceutico, o ancora relativo al vestiario, ai rifiuti in generale, all’energia e al suolo, condividendo soprattutto modalità con cui fare le cose, anche in partenariato pubblico – privato, di coinvolgimento efficace della cittadinanza e dei soggetti di interesse.
Il portale è espressione di un network di sindaci italiani impegnati a combattere lo spreco, consapevoli che la diffusione sul territorio delle buone prassi già sperimentate localmente sia la chiave per non sprecare le già risicate risorse a disposizione degli Enti locali ed ottenere risultati positivi nel minore tempo possibile.
Sprecozero.net è un’associazione nata a Sasso Marconi da un’idea di Stefano Mazzetti – sindaco del comune di Sasso Marconi – e Andrea Segré, presidente di Last Minute Market, spin off dell’Università di Bologna. Raccoglie ad oggi una quarantina di soci tra i comuni italiani, che hanno aderito spontaneamente alla rete.
Il progetto vede il sostegno dell’ANCI, oltre che del Ministero dell’Ambiente, impegnato a disseminare l’esperienza sul territorio e a favorire le occasioni di contatto tra la rete e le amministrazioni interessate.
I Comuni soci hanno già iniziato a implementare e condividere strumenti / format documentali per replicare le più interessanti azioni di lotta a tutti gli sprechi. La rete è pronta, ai Comuni che vogliono farne parte, a diffondere le competenze sviluppate mediante attività di formazione e informazione mirate.
Ferrara e Forlì sono state le prime città a chiedere di entrare a far parte del network (oggi sono diverse le città aderenti in Emilia Romagna e in altri territori regionali, come Bologna, Bergamo, Cortina D’Ampezzo ecc.) e la Regione Piemonte è stata la prima Regione italiana ad associarsi.
Per ulteriori informazioni: www.sprecozero.net
“Si tratta della tipica occasione in cui copiare fa bene – commenta il presidente del network il sindaco di sasso Marconi Stefano Mazzetti – se un’iniziativa funziona con successo in un territorio non ha senso relegarla lì dove è nata, anzi, è bene diffonderla per fare in modo che sempre più persone siano coinvolte nella lotta a tutti gli sprechi. E se qualcuno ha già fatto un lavoro di analisi e di ricerca per arrivare a realizzare una iniziativa virtuosa possiamo fare in modo che chi arriva dopo benefici in parte del lavoro svolto, evitando perdite di tempo ed errori. Come sindaco credo che il nostro ruolo sia determinante e mi piacerebbe portare Sprecozero.net in Europa come caso originale che intreccia buona amministrazione ed efficace lotta allo spreco”.   

Fonte: www.anci.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *