Questo articolo è stato letto 22 volte

Reati ambientali: linee guida della Procura di Lanciano

reati-ambientali-linee-guida-della-procura-di-lanciano.jpg

In seguito all’entrata in vigore della legge n. 221/2015 la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lanciano rivede ed aggiorna le proprie linee guida in materia di reati ambientali, già diffuse dallo stesso Ufficio con la precedente circolare del 7.11.2012.


 

PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI LANCIANO

Il Procuratore della Repubblica

Oggetto: Aggiornamento della direttiva emanata il 7 novembre 2012 sugli adempimenti relativi al trasporto abusivo di rifiuti, in particolare di materiali ferrosi, anche a seguito della legge n. 221/2015 

1.

Premesa: il necessario aggiornamento della direttiva del 7 novembre 2012. La legge n. 122/2015

2.

L ‘importanza dei reati ambientali, le innovazioni normative

3.

Il trasporto dei rifiuti, in particolare di materiale ferroso

3.1

L ‘esperienza maturata

3.2

Quando i materiali ferrosi hanno natura di rifiuto

3.3

Le conseguenze sulla normativa applicabile (reato configurabile e obbligo di sequestro del veicolo)

3.4

L’irrilevanza delle eventuali licenze commerciali rilasciate

3.4.1

La disciplina vigente prima dell’entrata in vigore della l. n. 221/2015

3.4.2.

La disciplina di cui alla l. n. 22112015 applicabile ai fatti commessi dal 2 febbraio 2016

4.

Conclusioni: le direttive impartite

Leggi la Circolare 17 Marzo 2016


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *