Questo articolo è stato letto 17 volte

La scelta dei vigili salva bimba di 8 mesi

VOGHERA. Una bambina di appena otto mesi salvata in extremis da una squadra del 118, con l’aiuto della polizia locale di Voghera: il tutto in mezzo alla scena di un incidente stradale, con un pedone investito da un’auto che ha rinunciato a farsi curare per permettere al 118 di soccorrere per prima la bambina. E’ accaduto tra via Plana e via Matteotti. Dopo le prime cure, la piccola è stata portata all’ospedale e ricoverata per accertamenti: ora è fuori pericolo. Alle 20 una pattuglia della polizia locale sta rientrando da un servizio. Ad un tratto, in via Don Minzoni, i vigili vedono una Fiat Punto che corre a velocità pazzesca, suonando il clacson per far spostare le altre macchine. La pattuglia fa inversione a U, mette sirena e lampeggiante e si lancia all’inseguimento. Quando affiancano la Punto, sempre in corsa, i vigili vedono che sul sedile posteriore c’è un uomo che ha in braccio una bambina; la piccola sembra svenuta, l’uomo è visibilmente nel panico. E’ chiaro che la bambina sta male e che la Punto sta correndo all’ospedale. I vigili si portano quindi davanti alla Punto e le fanno strada, sempre in sirena. All’altezza della curva del liceo, i vigili la Punto finiscono letteralmente sulla scena di un incidente accaduto da pochi minuti: un pedone investito mentre attraversava la strada. L’automedica e la Croce rossa di Voghera sono appena arrivati. I vigili fanno subito bloccare la Punto; in pochi secondi la squadra del 118 si rende conto di cosa sta accadendo e si dedica per prima cosa al salvataggio della bambina. Nel frattempo la centrale operativa dirotta in via Don Minzoni anche un’ambulanza della Cri di Casteggio. Il medico stabilisce che la bambina di 8 mesi non sta morendo soffocata, come temeva il padre: si tratta solo di convulsioni, anche se molto accentuate e quindi preoccupanti. La piccola viene trasportata all’ospedale di Voghera, accompagnata dal padre. Nel frattempo i vigili fanno gli accertamenti. Si scopre così che la bambina appartiene a una famiglia di marocchini, che abita in via Salvi. Alla guida della Punto c’è un vicino di casa: il padre della piccola, disperato perchè la figlia non respirava, gli aveva chiesto aiuto. Ma era piuttosto serio anche l’incidente stradale. R.G., un uomo di 52 anni residente a Voghera, era stato investito da una Citroen C3. Alla guida c’era M.R.N., una donna di 54 anni anche lei di Voghera. La C3 percorreva via Matteotti dalla stazione verso piazza
Meardi. All’incrocio con via Plana la conducente aveva sentito un colpo sulla portiera: guardando nello specchietto retrovisore aveva visto che c’era un uomo a terra: R.G., appunto. Lo aveva investito senza accorgersene. R.G. è stato ricoverato in ortopedia, con una prognosi di 30 giorni.

Fonte: www.laprovinciapavese.gelocal.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *