Questo articolo è stato letto 17 volte

Stazione termini, vigili inseguono e arrestano scippatore

E’ accaduto ieri intorno alle 18.00. La pattuglia della Polizia di Roma Capitale del gruppo GPIT, in servizio di Polizia Stradale in zona Termini, ha notato l’infrazione di un giovane in sella a un ciclomotore, circolante contromano in via Napoleone III. Non accortosi della pattuglia, il giovane si è poi fermato ad un semaforo rosso, dove i Vigili hanno visto che cercava di sistemare una borsa da donna sotto la maglietta.

Per evitare una sua fuga, gli agenti hanno posto il proprio veicolo davanti al semaforo, bloccando tutti, compreso il motorino. Il giovane, resosi conto di essere stato scoperto e bloccato, ha improvvisamente abbandonato il mezzo, iniziando a scappare verso Piazza Vittorio: inseguito da uno dei due agenti, è stato subito bloccato e arrestato.
Nel frattempo, una donna di nazionalità cinese, giunta sul posto, ha indicato l’arrestato, denunciando che la borsa era sua e che era stata da lui appena scippata in via Gioberti. Più tardi, presso il comando della Polizia Locale di Circonvallazione Ostiense è risultato che l’arrestato, D.A., nato a Napoli nel 1979, aveva a suo carico numerosi precedenti specifici ed era stato già condannato a regime di detenzione più volte in diverse zone d’Italia.
Lo scippatore rimarrà in cella fino a lunedi mattina, quando comparirà davanti al Giudice con rito direttissimo: il ciclomotore è risultato di provenienza furtiva: le accuse sono di furto con strappo e ricettazione.
La signora derubata, dopo le necessarie formalità, è rientrata alla fine in possesso della borsa che conteneva documenti, denaro e due telefoni cellulari.

Fonte: www.romadailynews.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *